Questa è la Stregoneria

Il Crogiolo dello Stregone

di Claudio Simeoni

 

Il libro si può ordinare all'editore Youcanprint

Oppure, fra gli altri anche su:

Libreria Universitaria

Ibs - libri

Mondadori

Cod. ISBN 9788893329187

Tradução para o português Esta é a Bruxaria, a Mistura do Bruxo

 

Il Crogiolo dello Stregone

Ci sono due momenti per dire quando è nato il testo de Il Crogiolo dello Stregone.

Il primo momento è quando iniziai a vivere la vita da Stregone e il secondo quando iniziai a diventare cosciente della qualità del mio vissuto.

Oggi, a quasi 64 anni lavoro per raccontare e rendere le persone consapevoli della necessità di attrezzarsi per affrontare la loro vita.

Allora ero giovane quando tornando da Piacenza e cambiando il treno a Milano era appena esplosa la bomba a Piazza Fontana e la magistratura mise in piedi la più grande caccia all'uomo anarchico solo per coprire i veri autori della strage.

Ero un giovane meccanico di aerei e specialista di elicotteri (AB 204 e AB 205) quando agli inizi degli anni '70 Andreotti, e chi altri con esso, tentarono di mettere sotto controllo il CAALE di Viterbo per usare gli elicotteri su Roma. Anche se sono passati 40 anni, ricordo ancora le parole del Colonnello Piccolo e del Tenente Colonnello De Angelis. Fu allora che iniziai ad imparare l'Arte dell'Agguato: e loro non ebbero il controllo di nessun elicottero al di fuori delle leggi.

La vita è fatta di scelte. In una società in cui si viene violentati affinché la propria psiche sia dipendente dalla benevolenza di un qualche padrone o di una qualche autorità, scegliere spesso è fonte di errore che nasce dall'illusione che altri comprendano ciò che noi comprendiamo e che le parole proferite da altri abbiano lo stesso significato emotivo che noi attribuiamo loro.

In questo contesto nasce il secondo momento.

Dopo aver vissuto il Crogiolo ed esserci trasformati nell'esperienza, anche quando la Polizia di Stato ti tortura, i magistrati legittimano le torture per impedirti di difendere la Costituzione e il Consiglio Superiore della Magistratura ti deride e ti insulta, nasce l'esigenza di descrivere Il Crogiolo dello Stregone in modo da fornire alle persone appassionate uno strumento con cui difendere le loro passioni nella vita.

Gli uomini che amano la vita sono soli, senza strumenti, aggrediti ed ingiuriati, da chi difende interessi fra l'illegale e il criminale

Furono i radioascoltatori di RadioGamma5 nel 1997 che stimolarono la definizione della via alla Stregoneria. Si chiama "via" perché il Crogiolo dello Stregone non è un oggetto che appare, ma è uno sforzo che trasforma l'esperienza in teoria che può essere usato come uno strumento per meditare nuove esperienze. Uno sforzo, Crogiolo dopo Crogiolo, che è durato quasi 20 anni.

Ora voglio trasformare queste pagine in un libro da pubblicare e questi sono i capitoli di quel libro.

I Pilastri del cielo come Crogiolo della Vita. Il mondo dello Stregone.

 

Sezione uno: il primo Crogiolo dello Stregone.

Questo testo fu scritto nel 1997 su sollecitazione dei radioascoltatori di Radio Gamma 5, di Cadoneghe in Provincia di Padova, da cui trasmettevo, che mi chiedevano che cosa avrebbero dovuto fare per praticare Stregoneria.

Il testo venne scritto partendo dal capitolo "l'attenzione" del Libro dell'Anticristo elaborato negli anni '80 e scritto, presumibilmente nel 1990.

Il Crogiolo dello Stregone viene scritto dall'aprile 1997 a luglio 1997 con un pezzo conclusivo del novembre 1997.

Questo testo è stato discusso con i radioascoltatori di Radio Gamma 5 che hanno sollecitato approfondimenti continui.

1) Il Bastone dello Stregone

2) Il Giudizio di Necesstà

Tradução para o português O juízo de necessidade

3) L'Attenzione

Tradução para o português A Atenção da Mistura do Bruxo

4) L'Intento

Tradução para o português O Intento da Mistura do Bruxo

5) Chiedersi il perché delle cose: il Sapere
6) Follia Controllata
7) Ascoltare il mondo attorno a noi
8) Togliersi dal centro del mondo
9) L'arte dell'agguato
10) Vivere per sfida: volontà e determinazioni
11) Meditazione, Contemplazione e "preghiera"
12) Le correnti vegetative
13) Sognare, Chiamare le cose col loro vero nome
14) Palpare il mondo
15) Crogiolo di DEI

 

Sezione due: Il Crogiolo del Male
la costruzione della distruzione dell'Essere Umano

Il Crogiolo del Male fu scritto nel 1998 per le trasmissioni radiofoniche a Radio Gamma5 e discusso con i radioascoltatori.

Il Crogiolo del Male aveva lo scopo di mettere in evidenza tutte quelle strategie sociali di dominio sull'uomo il cui scopo era quello di impedire alla persona di seguire il proprio sviluppo naturale nei principi del Crogiolo dello Stregone.

Il Crogiolo del male mette in luce il "male assoluto" del divenire umano che fino ad allora non era mai stato definito dalla Stregoneria per paura che potesse essere identificato nel significato che i cristiani davano al loro "male assoluto": il loro demonio.

Il Crogiolo del Male, nel 1998, identificava il male assoluto nell'educazione cristiana che, nel tentativo di sottomettere il nuovo nato alla sua ideologia, di fatto, distruggeva il suo cammino nell'eternità dei mutamenti.

 

Le condizioni del Male

Presentazione e scelta
Introduzione
La famiglia
Le dicerie e la famiglia - La Gabbia
La Stregoneria, il Crogiolo del Male e le classi sociali povere

Gli elementi che compongono il Crogiolo del Male

Toglierci dal centro del mondo

Determinazioni

Volontà

Sospensione de giudizio

Tradução para o português A Suspensão do Juízo na mistura do mal.

Scetticismo

Sospensione del dialogo interno - I fantasmi della ragione

Meditazione

Contemplazione

Preghiera

Correnti Vegetative

Follia Controllata

Ascoltare il mondo attorno a noi

Attenzione

Intento

Palpare il mondo

Giudizio di necessità

Agguato

Chiedersi il perché delle cose

Sospensione del giudizio (Seconda Tesi)

Sognare

Tradução para o português O Sonhar na mistura do mal

Chiamare le cose col loro vero nome

Conclusione del Crogiolo del Male

 

Sezione tre: Il Crogiolo dello Stregone
nei Quattro Canti del Mondo

Il Crogiolo dello Stregone nei Quattro canti del Mondo fu scritto assieme al Crogiolo del Male nel 1998 e discusso con i radioascoltatori di Radio Gamma5 nella trasmissione di "Magia, Stregoneria e Paganesimo".

Il Crogiolo dello Stregone nei Quattro Canti del Mondo vuole rappresentare le tecniche della Stregoneria in funzione dell'interazione fra l'uomo e la Natura. Il nocciolo del libro sta nel riconoscere il mondo come un insieme di soggetti e soggetto esso stesso. Un soggetto artefice della propria vita e della propria esistenza che fa delle relazioni la strategia dei propri mutamenti.

Nel Crogiolo dello Stregone nei Quattro Canti del Mondo il soggetto non è separato dal mondo nella dualità soggetto-oggetto, ma è all'interno del mondo, compreso nel mondo, soggetto che agisce fra soggetti.

Indice:

1) Contro il razionalismo a tutti i costi!
2) Alcune considerazioni sul concetto di Ragione!
3) Sintesi su una lettura di alcune strutture Pagane pervenuteci!
4) Alcune precisazioni per i praticanti del Crogiolo!
5) Il Crogiolo dello Stregone nei Quattro Canti del Mondo!
6) Togliersi dal Centro del Mondo!
7) Determinazioni!
8) Volontà!
9) Sospensione del Giudizio!
10) Scetticismo!
11) Intento!
12) Relazione fra Intento e Necessità: un aspetto!
13) Attenzione!
14) Chiedersi il Perché delle Cose!
15) Follia Controllata!
16) Agguato: l'Agguato come arte!
16a) Agguato: nei Quattro Canti del Mondo!
16b) Arte dell'Agguato nella Specie Umana!
17) Meditazione!
18) Correnti Vegetative!
19) Ascoltare il Mondo Attorno a Noi!
20) Vivere per Sfida!
21) Contemplazione!
22) Palpare il Mondo!

Chi allunga la mano non è debole

Sezione quattro: Il Crogiolo dello Stregone
nella società e nella cultura moderna

Si tratta di argomenti singoli che inseriscono il Crogiolo dello Stregone nella vita dell'uomo, sia come individuo che come soggetto sociale. Gli articoli sono stati scritti in tempi diversi. Alcuni di questi sono degli indici per la complessità dell'argomento trattato. Altri articoli si limitano a mettere in relazione il Crogiolo dello Stregone con la ricerca della psicologia e della psichiatria.

Come viene costruita e selezionata la percezione umana. Come possiamo modificarla.

11) La percezione e la Stregoneria; sulla fondazione della percezione e la selezione dei fenomeni percepiti!

Intuizioni e allucinazione usano lo stesso meccanismo mentale. L'angoscia e la disperazione riempiono il meccanismo che ci consente di intuire con le allucinazioni che imprigionano l'individuo.

10) Intuizione e allucinazione!

Le illusioni si impadroniscono dell'individuo. Una barriera che si frappone fra il suo sentire e la percezione dei fenomeni provenienti dal mondo.

9) Illusione: riflessione sull'origine del meccanismo in relazione al Crogiolo dello Stregone!

Sensazioni e percezioni. La differenza di considerazione fra la psicologia e la Stregoneria. La sensazione che si ha di un fenomeno è cosa diversa dalla percezione del fenomeno.

8) Sensazione e percezione, come trattate in psicologia e come vengono considerate nel Crogiolo dello Stregone!

L’illusione, intesa come attività soggettiva di interpretazione dei fenomeni del mondo, è una costante della nostra esistenza e nel modo con cui noi ci rapportiamo nei confronti del mondo.

7) Considerazioni a proposito delle illusioni, come trattate in psicologia e come vengono considerate nel Crogiolo dello Stregone!

La società civile è composta da una massa di soggetti che si difendono dall'ansia e, questi soggetti, spesso hanno ruoli istituzionali o di potere tali per imporre la negazione alla società civile.

6) Come si presenta la patologia psichiatrica di difesa dall'ansia mediante annullamento nel Sistema Sociale? Qual è la situazione sociale che deve affrontare chi pratica Stregoneria al giorno d'oggi? Estratto dal dibattito sulla Follia Controllata!

Il Crogiolo dello Stregone è stato presentato nei dibattiti in pubbliche conferenze. In questa pagina trovate l'elenco di alcune registrazioni di quelle conferenze.

5) I recenti dibattiti su Il Crogiolo dello Stregone in mp3!

Lo scopo di questo piccolo trattato è rendere consapevoli le persone di tutta una serie di strategie che vengono a manifestarsi all'interno di situazioni mobbing sia per quanto riguarda l'ambito del lavoro sia nella vita sociale.

4) Le tecniche del mobbing e la Stregoneria

Chi sente un peso psicologico oppressivo per i "sensi di colpa" è un Essere Umano che il cattolicesimo ha allevato innestandogli il concetto di "senso di colpa" in quanto egli, per il cattolicesimo, per il solo fatto di vivere, è colpevole!

3) La manipolazione mentale mediante il condizionamento educazionale: i "sensi di colpa"! Come liberarsi e come affrontarli attraverso il Crogiolo dello Stregone. LE SOLUZIONI SOCIALI DELLA STREGONERIA.

Si chiama ILLUMINAZIONE ogni scoppio emotivo che destrutturando il percepito dall'individuo ne allarga gli orizzonti liberando parte delle sue potenzialità. Come possiamo produrre l'illuminazione dentro di noi? Il Crogiolo dello Stregone e l'illuminazione.

2) Illuminazione e illuminati.

Le sfide attraverso le quali l'Apprendista Stregone modifica sé stesso sono relazioni fra soggettività ed oggettività vissute con volontà e determinazione. Il conflitto interiore viene sempre risolto esteriorizzandone gli aspetti e vivendoli in forma di sfida nel mondo in cui si vive.

1) Conferenza pubblica di presentazione della Stregoneria tenuta il 29 marzo 2000 presso sala dibattiti di Radio Gamma 5 a Cadoneghe Padova!

Siamo prede fra predatori

Sezione cinque: Il viaggio di Ulisse (Odisseo)
è il Viaggio del malato di depressione
che ricostruisce il suo modo di vivere nel mondo

"TOGLIERCI DAL CENTRO DEL MONDO" è una vera e propria rivoluzione psico-emotiva che porta a spostare lo sguardo dall'ottica del dio padrone, con cui le persone vengono educate ad identificarsi, all'ottica di un mondo fatto da soggetti viventi, consapevoli e intelligenti.

Quando l'individuo fa questa operazione, spesso cade in uno stato di depressione.

Quando l'individuo cade in uno stato di depressione il suo mondo si sta allontanando dalla sua percezione e da quello stato depressivo può uscire soltanto ricostruendo il proprio mondo: il proprio modo di guardare vivere e percepire il mondo.

Come per Ulisse, l'azione del depresso, è un lungo viaggio che lo porta nella nuova Itaca.

Depressione e uscita dalla depressione. Odisseo/Ulisse in Apollodoro e il viaggio per uscire dalla depressione.

Si tratta di un'unica pagina divisa per capitoli o, se volete, per quadri legati agli episodi del viaggio di Ulisse descritto da Apollodoro. Il senso è relativo all'insegnamento del Mito.

1) La depressione inquadrata nel Crogiolo dello Stregone
2) La necessità di togliersi dal centro del mondo e le relazioni empatiche mancate
3) La depressione come patologia di difesa dall’educazione nell’infanzia
4) La depressione come morte dell’individuo
5) La condizione vissuta dal depresso
6) Il depresso come Odisseo, Ulisse: distruzione e disperazione
7) Il depresso affronta la forma che lo ha condotto alla depressione
8) Il depresso sconfigge ciò che lo ha condotto alla depressione
9) Il depresso tenta di ritornare alla situazione che lo ha portato alla depressione
10) Il mondo tenta di annientare il depresso dai Lestrigoni alla madonna di Lourdes, a padre Pio
11) Il depresso libera Circe prigioniera dentro di lui
12) Circe, il falco della vita
13) Il depresso affronta le Sirene della via che vogliono imprigionarlo in fede e speranza
14) Il depresso naviga nella vita fra Scilla e Cariddi
15) Il depresso ricostruisce interessi e relazioni col mondo: Calipso e Nausicaa
16) Il mondo che ha preceduto la depressione, per il depresso non esiste più distruggere un presente estraneo
17) Il depresso è uscito dalla patologia togliendosi dal centro del mondo e ha imparato a chiamare le cose col loro vero nome.

Sezione sei: le tre arti sublimi della Stregoneria

Raggruppare questi tre elementi del Crogiolo dello Stregone significa sottolineare come questi siano un tutt'uno nel processo di modifica dell'individuo nel suo abitare il mondo.

Le tre arti sublimi della Stregoneria appartengono ai tre mondi della percezione in cui si può percepire il presente vissuto: il mondo emotivo, il mondo del tempo e il mondo razionale.

La pratica di ognuna di queste tre arti è legata all'altra e non è possibile praticarne una senza praticare anche le altre.

Presentazione

Le tre Arti sublimi della Stregoneria: presentazione

L'arte dell'Agguato

L'Arte dell'Agguato: presentazione e considerazioni

L'arte della Follia Controllata

La Follia Controllata: Dall'imprinting educazionale alle infinite personalità dello Stregone. Le condizioni dell'umana esistenza.

L'arte del Sognare

L'Arte del Sognare: il dormire e il sogno in Stregoneria

Sezione sette: la visione del mondo fondamentale
per diventare Stregoni

Modificare il punto di vista sul mondo in cui viviamo è essenziale per poter praticare Stregoneria.

Non è possibile praticare Stregoneria come cristiano. Il cristiano assume il punto di vista del proprio dio padrone, non quello del nato nella Natura.

Scopo di questa pagina non è tanto parlare della volontà e delle determinazioni, ma di fare un viaggio fra scienza, psicologia e filosofia, sul significato e sulla necessità che la società ha avuto di cambiare il punto di vista cristiano sulla realtà del mondo.

La fondazione dello Stregone: determinazioni e volonta'.

Il testo è su un'unica pagina, ma è diviso per capitoli a cui si può accedere direttamente cliccando sui vari link.

1) LA FONDAZIONE DELLO STREGONE – Prima parte: Le determinazioni e la volontà
2) LA FONDAZIONE DELLO STREGONE – Seconda parte: Il determinismo in psicologia
3) LA FONDAZIONE DELLO STREGONE – Terza parte: Il determinismo in filosofia
4) LA FONDAZIONE DELLO STREGONE – Quarta parte: La libertà e le determinazioni
5) LA FONDAZIONE DELLO STREGONE – Quinta parte: Le Determinazioni che ci hanno costruito
6) LA FONDAZIONE DELLO STREGONE – Sesta parte: La Volontà.
7) LA FONDAZIONE DELLO STREGONE – Settima parte: Gli effetti delle determinazioni nella modifica della struttura fisica
8) LA FONDAZIONE DELLO STREGONE – Ottava parte: Le Determinazioni dalla passività alla determinazione: scegliere la direzione in cui costruirci

Che tu sia un uomo o una rana: entrambi costruite il futuro

Sezione otto: le tre arti della Magia
nella pratica della Stregoneria

La pratica della Magia è l'arte con cui lo Stregone modifica sé stesso modificando il mondo in cui vive.

La pratica dell'arte magica comporta una disciplina che consiste in passione, desiderio, emozione e coinvolgimento soggettivo nelle relazioni che lo Stregone costruisce nella sua quotifìdianità.

Per ora il testo si compone di ventiquattro pagine alle quali saranno aggiunte altre pagine fino a completare questo discorso.

1) Le tre arti della Magia
2) Perché si usa la Magia
3) Come siamo oggi, da adulti, che pensano di praticare Stregoneria
4) Come si medita nella pratica magica in Stregoneria (prima parte)
5) Come si medita nella pratica magica in Stregoneria (seconda parte)
6) Meditazione in Stregoneria: considerazioni sull'oggetto su cui meditare
7) Gli aspetti magici della meditazione in Stregoneria: idee, opinioni e conflitto
8) Meditare l'altro: dalla Meditazione alla Contemplazione
9) Dalla pratica della Meditazione alla pratica della Contemplazione.
10) La Contemplazione dal punto di vista soggettivo: condizioni di inizio contemplazione.
11) L'oggetto contemplato è un soggetto che contempla.
12) La contemplazione come oggetto-soggetto in sé che chiama i soggetti a contemplarsi: l'intento della contemplazione.
13) L'uso dei sensi nella tecnica della Contemplazione.
14) Come funziona fisiologicamente, i limiti e gli effetti della Contemplazione nell'attività quotidiana.
15) Gli effetti della Contemplazione, allucinazione e percezione allucinatoria.
16) Riflessioni scientifiche sugli effetti della Contemplazione nella modificazione delle connessioni neuronali.
17) Il vivente come universo di coscienze - Dalla contemplazione all'Ascolto delle Correnti Vegetative.
18) Le correnti vegetative, che cosa sono e come funzionano.
19) Dalla contemplazione all'Ascolto delle Correnti Vegetative - Dalle correnti vegetative, alla teoria della kundalini all'autoguarigione - Prima parte.
20) Correnti vegetative e kundalini una questione cristiana aperta dalla Società Teosofica contro la Stregoneria.
21) Riflessione sulle Correnti Vegetative e il concetto di kundalini.
22) Correnti vegetative e kundalini la questione relativa al sesso o al chakra del sesso.
23) Correnti vegetative e kundalini il discorso sull'aura e la Stregoneria.
24) Chakra, kundalini, tching, agopuntura, shiatsu, reiki ecc. dalle sensazioni percepite attraverso le correnti vegetative alle idee e soluzioni proposte.
25) Come pensa la malattia la Stregoneria? Correnti Vegetative e la questione della malattia, della guarigione e dell’autoguarigione.
26) Primo chakra: il sesso e la libido. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.
27) Secondo chakra: la volonta' come necessita' di crescere. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.
28) Terzo chakra: il plesso solare, il sistema simpatico e il cervello dello stomaco. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.
29) Quarto chakra: il cuore e il controllo neuro-vegetativo all'insorgenza dell'emozione. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.
30) Quinto chakra: la tiroide, le necessità della crescita fisica e del sistema nervoso. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.
31) Sesto chakra: il centro della fronte e l'attenzione nella specie umana. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.
32) Settimo chakra: la fontanella sulla testa alla nascita e la costruzione del Corpo Luminoso. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.

Altri libri di Stregoneria

Cod. ISBN 9788891170897

vai indice del sito

Gli Stregoni vivono il mutamento. La loro attenzione è spostata. Non vivono la realtà quotidiana che si presenta, ma il futuro che da questa realtà si sta costruendo. Questo è il motivo per il quale gli uomini comuni non capiscono il punto di vista degli Stregoni.

Altri libri di Stregoneria

Cod. ISBN 9788891170903

Indice testi Claudio Simeoni

Pagina modificata dal vecchio formato word in data

Marghera, 14 marzo 2016

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Cosa significa diventare uno Stregone?

Significa imparare a vivere. Significa costruire le relazioni col mondo in cui viviamo. Significa dire al mondo "Io esisto!". Significa dare l'assalto al cielo della conoscenza e della consapevolezza di essere un soggetto della Natura, divenuto nella Natura e che costruirà il proprio futuro attraverso gli strumenti che la Natura e la Specie gli ha fornito.