Presentazione delle tre arti della Magia
nella pratica della Stregoneria

di Claudio Simeoni

Cod. ISBN 9788893329187

Indice tre arti della magia in stregoneria

 

Le tre arti della MAGIA nella pratica di Stregoneria.

Presentazione: Prima parte

Farò una serie di piccole pagine presentando, come sono in grado di fare oggi, le tre arti della Magia nella pratica della Stregoneria.

Farò una serie di piccole pagine con dei tempi non proprio brevi, come ho già fatto con gli elementi sublimi della Stregoneria e col viaggio di Ulisse, in quanto essendoci nel mezzo il rito del Solstizio d'Estate sono molto occupato a preparare il rito.

I tre elementi dell'arte magica, prendo dai Pilastri della Stregoneria, sono:

Meditazione; Rallentando il flusso delle proprie parole pensate e fissando l'attenzione sull'oggetto descritto l'individuo mette ordine nel caos della ragione!

Contemplazione; L'individuo riconosce negli "oggetti" del mondo che lo circondano, le sue stesse tensioni, i suoi stessi bisogni e le sue stesse aspettative. L'individuo riconosce gli DEI nel mondo; l'individuo scopre di essere un DIO tra DEI!

Correnti vegetative; L'individuo mette ordine dentro sé stesso; mette ordine nei propri flussi di energia; mette ordine nelle proprie emozioni; riconosce le proprie tensioni; l'individuo riconosce sé stesso quale manifestazione della propria fisiologia!

Troppe persone parlano di Meditazione e Contemplazione, ma non sanno né di che cosa parlano, né in che cosa consistano (buddhisti e yogi compresi). Per quanto riguarda le "correnti vegetative" si tratta di quelle forze di "autoguarigione" che sono presenti dentro di noi, ma che le nostre pratiche esistenziali tendono ad ignorare. Non vi preoccupate, non vi metterò né su un tappeto a ripetere "Ommmmmm...", né in una palestra a praticare yoga, tensigrità o reiki. Io tratto SOLO Stregoneria e la palestra di trasformazione della Stregoneria è il mondo, le relazioni, la VITA fin da quando è uscita dal brodo primordiale.

CONTINUA...la Magia nel percorso di Stregoneria

Capitoli delle tre arti della Magia in Stregoneria

2) Perché si usa la Magia

3) Come siamo oggi, da adulti, che pensano di praticare Stregoneria

4) Come si medita nella pratica magica in Stregoneria (prima parte)

5) Come si medita nella pratica magica in Stregoneria (seconda parte)

6) Meditazione in Stregoneria: considerazioni sull'oggetto su cui meditare

7) Gli aspetti magici della meditazione in Stregoneria: idee, opinioni e conflitto

8) Meditare l'altro: dalla Meditazione alla Contemplazione

9) Dalla pratica della Meditazione alla pratica della Contemplazione.

10) La Contemplazione dal punto di vista soggettivo: condizioni di inizio contemplazione.

11) L'oggetto contemplato è un soggetto che contempla.

12) La contemplazione come oggetto-soggetto in sé che chiama i soggetti a contemplarsi: l'intento della contemplazione.

13) L'uso dei sensi nella tecnica della Contemplazione.

14) Come funziona fisiologicamente, i limiti e gli effetti della Contemplazione nell'attività quotidiana.

15) Gli effetti della Contemplazione, allucinazione e percezione allucinatoria.

16) Riflessioni scientifiche sugli effetti della Contemplazione nella modificazione delle connessioni neuronali.

17) Il vivente come universo di coscienze - Dalla contemplazione all'Ascolto delle Correnti Vegetative.

18) Le correnti vegetative, che cosa sono e come funzionano.

19) Dalla contemplazione all'Ascolto delle Correnti Vegetative - Dalle correnti vegetative, alla teoria della kundalini all'autoguarigione - Prima parte.

20) Correnti vegetative e kundalini una questione cristiana aperta dalla Società Teosofica contro la Stregoneria.

21) Riflessione sulle Correnti Vegetative e il concetto di kundalini.

22) Correnti vegetative e kundalini la questione relativa al sesso o al chakra del sesso.

23) Correnti vegetative e kundalini il discorso sull'aura e la Stregoneria.

24) Chakra, kundalini, tching, agopuntura, shiatsu, reiki ecc. dalle sensazioni percepite attraverso le correnti vegetative alle idee e soluzioni proposte."

25) Come pensa la malattia la Stregoneria? Correnti Vegetative e la questione della malattia, della guarigione e dell’autoguarigione.

26) Primo chakra: il sesso e la libido. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.

27) Secondo chakra: la volonta' come necessita' di crescere. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.

28) Terzo chakra: il plesso solare, il sistema simpatico e il cervello dello stomaco. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.

29) Quarto chakra: il cuore e il controllo neuro-vegetativo all'insorgenza dell'emozione. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.

30) Quinto chakra: la tiroide, le necessità della crescita fisica e del sistema nervoso. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.

31) Sesto chakra: il centro della fronte e l'attenzione nella specie umana. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.

32) Settimo chakra: la fontanella sulla testa alla nascita e la costruzione del Corpo Luminoso. La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo.

Altri libri di Stregoneria

Cod. ISBN 9788891170897

vai indice del sito

La Stregoneria

L'arte della vita.

Altri libri di Stregoneria

Cod. ISBN 9788891170903

Vai all'indice del Crogiolo dello Stregone

Marghera, 01 ottobre 2013

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

La Magia in Stregoneria

La magia è l'arte di modificare e trasformare sé stessi in un mondo in cui i soggetti modificano continuamente loro stessi per adattarsi alle condizioni della loro esistenza. Solo i monoteisti saccheggiano il mondo per adattarlo ai loro modelli di verità. lo Stregone abita il mondo e mette in atto azioni di adattamento soggettivo usando tutti gli strumenti che l'evoluzione della sua specie, fin da quando stava nel brodo primordiale, gli ha messo a disposizione.