Dalla pratica della Meditazione alla pratica della Contemplazione.

Le tre arti della Magia
Nella pratica della Stregoneria

di Claudio Simeoni

Cod. ISBN 9788893329187

Indice tre arti della magia in stregoneria

 

Dalla pratica della Meditazione alla pratica della Contemplazione.

Nona parte.

CONTINUA... la Magia nel percorso di Stregoneria - nona parte - Dalla pratica della Meditazione alla pratica della Contemplazione.

Mentre la meditazione agisce sulle parole, la Contemplazione agisce sui sensi.

Razionalmente noi pensiamo che i sensi siano cinque. A questi cinque sensi alcune culture ne aggiungono un sesto senso.

Ciò che noi pensiamo razionalmente, perché lo descriviamo, non è ciò che rappresenta la realtà che da un lato viviamo come un insieme di sensazioni a cui rispondiamo e, dall'altro, la realtà che pensiamo si modifica continuamente per l'attività delle scoperte scientifiche che modificano la descrizione razionale che abbiamo della realtà in cui viviamo.

Sappiamo che i sensi non sono cinque e che ogni singolo senso non ha la funzione della percezione di un solo ed unico segnale proveniente dal mondo, ma ogni singolo senso agisce per percepire e amalgamare una serie di segnali che si presentano alla nostra coscienza come un segnale unico. Per esempio sappiamo che il gusto, che percepiamo con la bocca e in particolare con la lingua, è il risultato di un amalgama di sapori che vanno dal salato al dolce, dal piccante ecc. che hanno come "funzione" quello di analizzare il cibo in relazione alle necessità fisiologiche proprie di ognuno di noi (per questo non ci piacciono le stesse cose anche se dei sapori sono comuni).

Prima che la scienza scoprisse le varie peculiarità del gusto, gli uomini da milioni di anni usavano opportunamente tali peculiarità del gusto. Non solo, ma le varie peculiarità del gusto si combinano con vari organi all'interno del nostro corpo che elaborano, facendo giungere alla coscienza, le sensazioni del gusto combinandolo con la libido, col desiderio e con i bisogni fisiologici e psichici dell'individuo.

Noi, oggi, sappiamo dell'esistenza del cervello nello stomaco che ha una relazione diretta col gusto ed elabora una serie di sensazioni che giungono alla coscienza. Quando l'uomo non conosceva l'esistenza del cervello nello stomaco e ne ignorava razionalmente la sua presenza, tale cervello comunque elaborava tutte quelle sensazioni, in combinazione col corpo, con la libido, col desiderio, con i bisogni trasformando il tutto in desiderio, aspettativa, sensazione e bisogno che si presentava alla coscienza come un unico segnale semplificato.

Il meccanismo della Stregoneria, che devo sottolineare al fine di trasmettere il fine e gli intenti della magia, è la consapevolezza che la scienza scopre ciò che l'uomo vive. Invece, nella società attuale, si tende ad ignorare i meccanismi della vita attendendo che la scienza li scopra mentre l'educazione cristiana li nega. Solo dopo che la scienza li ha scoperti, allora si concepisce il fatto che l'uomo li usi (o li abbia usati) e l'educazione cristiana pensa come manipolarli per usarli a proprio favore.

Si tratta di un modo cristiano di pensare la relazione vita-scienza il cui scopo è fermare la qualità della vita entro il conosciuto creazionista e permettere il controllo della vita dell'uomo da parte di un qualche padrone consentendo a quel padrone di conchiudere la vita dell'uomo entro un modello, di sensazioni e di risposte al mondo, dal quale l'uomo non deve uscire o derogare.

Pensate solo alle infinite risposte psicologiche degli uomini alla percezione diversa degli stimoli provenienti dal mondo e quanti interessi hanno le case farmaceutiche nel produrre farmaci che limitano tali risposte.

Un Potere di avere può controllare gli uomini solo se questi sono limitati nella percezione degli stimoli dal mondo; limitati nell'elaborazione di tali stimoli; limitati nell'intelligenza della comprensione degli effetti sull'oggettività e sulla propria soggettività di tali stimoli; limitati e codificati nelle risposte a tali stimoli.

Stimoli, sollecitazioni e risposte: è il campo della CONTEMPLAZIONE.

Per parlare della magia della Contemplazione dobbiamo parlare del meccanismo di stimoli, sollecitazioni e risposte nelle tre condizioni magiche dell'esistenza: noi che agiamo per soddisfare i nostri desideri, bisogni e intenti; un mondo i cui oggetti sono soggetti che agiscono anche nei nostri confronti per i loro intenti; e la terza condizione magica in cui le relazioni dettate da bisogni, desideri e intenti sono soggetti in sé capaci di chiamare alla relazione i diversi soggetti dell'oggettività.

Chi pratica la Contemplazione propria della Stregoneria (che non ha nulla a che vedere con quella delle religioni monoteiste o dei buddhisti) entra consapevolmente in questo gioco di relazioni.

FINE NONA PARTE... CONTINUA... con "gli aspetti magici delle Tre Arti Magiche in Stregoneria - La Contemplazione dal punto di vista soggettivo."

Altri libri di Stregoneria

Cod. ISBN 9788891170897

vai indice arti magia in Stregoneria

La Stregoneria

L'arte della vita.

Altri libri di Stregoneria

Cod. ISBN 9788891170903

Vai all'indice del Crogiolo dello Stregone

Marghera, iniziato il 01 ottobre 2013

Marghera, terminato il 29 novembre 2013

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

La Magia in Stregoneria

La magia è l'arte di modificare e trasformare sé stessi in un mondo in cui i soggetti modificano continuamente loro stessi per adattarsi alle condizioni della loro esistenza. Solo i monoteisti saccheggiano il mondo per adattarlo ai loro modelli di verità. lo Stregone abita il mondo e mette in atto azioni di adattamento soggettivo usando tutti gli strumenti che l'evoluzione della sua specie, fin da quando stava nel brodo primordiale, gli ha messo a disposizione.