Terzo chakra: il plesso solare, il sistema simpatico e il cervello dello stomaco

La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo

Le tre arti della Magia
Nella pratica della Stregoneria

di Claudio Simeoni

Cod. ISBN 9788893329187

Indice tre arti della magia in stregoneria

 

Terzo chakra: il plesso solare, il sistema simpatico e il cervello dello stomaco

Ventottesima parte.

...CONTINUA ventottesima parte... "gli aspetti magici delle Tre Arti Magiche in Stregoneria: La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo. Terzo chakra, il plesso solare, il sistema simpatico e il cervello nello stomaco."

Il terzo elemento su cui leggiamo l'intervento delle Correnti Vegetative è situato alla bocca dello stomaco, plesso solare, al collegamento col nervo vago. Chi ascolta le correnti vegetative sente un grande peso sul plesso solare, ma il plesso solare, è uno dei punti centrali della fisiologia umana (anche di altri animali, ma fermiamoci qua che già sto sforando).

Tutte quelle che sono le funzioni "automatiche" del nostro corpo fanno capo a quella recentissima scoperta che è del "cervello nello stomaco".

Proviamo a riflettere un attimo. Se io dico "vivere per sfida" tutti immaginano un comportamento eroico o un comportamento "virile", "deciso", "cazzuto", ecc. Ora, prendete questa immagine e mentre in questa immagine state veicolando le vostre emozioni, il cervello nello stomaco decide di andare per i fatti suoi e il "cazzuto" inizia a pisciarsi addosso. Una funzione regolatrice del sistema nervoso simpatico non ha funzionato come ci si aspettava. Se lo si sa, si vive per sfida lo stesso, ma era per fare un esempio sul fatto che noi viviamo per sfida nel mondo col nostro corpo e per vivere per sfida il nostro corpo deve essere nelle migliori condizioni possibili.

Il corpo più efficiente possibile per poter far fronte alle sfide della vita. Quando l'individuo vive per sfida, la struttura del suo corpo deve essere forgiata al fine di far fronte alle sfide della vita. Se l'individuo sceglie di vivere per sottomissione, rinuncia, attesa della provvidenza, imporrà al proprio corpo di adeguarsi a questo tipo di vita e, di conseguenza, le correnti vegetative verranno rallentate per poter permettere il trasferimento degli effetti psicosomatici di sottomissione, rinuncia e attesa della provvidenza nella sua struttura fisica. Le Correnti vegetative continuano a persistere, ma vengono frenate, inibite e gli squilibri fisiologici permettono l'insorgenza precoce di squilibri.

Il sistema nervoso simpatico, che ha nel plesso solare uno dei suoi centri, controlla quasi tutte le reazioni automatiche alle sollecitazioni del mondo. Quando noi ci predisponiamo ad agire, a scegliere, a correre, a combattere, a lavorare, ad amare, ecc. Tutto questo passa attraverso il sistema simpatico che ha il suo riferimento sulla superficie del corpo nel plesso solare. Il plesso solare comprende il plesso celiaco che regola milza, duodeno, fegato, reni, ecc.

Per dare un'idea delle funzioni regolatrici del sistema simpatico, prendo un elenco da wikipedia.

Il sistema simpatico controlla:

la dilatazione delle pupille (midriasi);
le contrazioni cardiache (aumento);
la dilatazione dei bronchi;
la pressione arteriosa (aumento);
la dilatazione delle arterie coronariche (coronariodilatazione);
la dilatazione dei vasi dei muscoli scheletrici;
la contrazione dei vasi sanguigni periferici;
la costrizione dei vasi di cute ed organi viscerali (fatta eccezione per cuore e polmoni);
la produzione di saliva acquosa (inibendola, con conseguente produzione di saliva ricca di muco);
il rilassamento del muscolo ciliare; accomodazione per la visione lontana;
la secrezione da parte delle ghiandole lacrimali;
la produzione di acido cloridrico nello stomaco (inibizione), ne diminuisce la sua mobilità e stimola gli sfinteri;
la glicogenolisi il fegato (promuovendola) e la diminuzione della secrezione di bile;
le secrezioni nel pancreas (inibizione);
la ghiandola midollare surrenale, innescando la produzione di adrenalina;
l'apparato iuxtaglomerulare del rene che - producendo renina - diminuisce la diuresi;
Promuove l'eiaculazione;
Costituisce l'inibizione del Tratto Gastro-Intestinale esempio: inibisce la secrezione di HCl, inibisce sia i movimenti peristaltici che quelli di segmentazione dell'intestino tenue ecc.

I neuroni del simpatico si trovano nel tratto toracico e lombare del midollo spinale. Le ghiandole surrenali, i reni, il fegato, lo stomaco, la milza e il duodeno si trovano sotto il controllo del plesso celiaco.

Il plesso mesentèrico, che assieme al plesso renale e al plesso celiaco forma il plesso solare, è un insieme di rami nervosi del sistema nervoso vegetativo addominale dipendenti dal plesso celiaco e destinati alla regolazione della motilità e delle secrezioni intestinali.

Attivare le correnti vegetative significa attivare le funzioni di equilibrio e di buon funzionamento del corpo fisico.

Significa attivare tutto l'apparato della struttura nervosa del simpatico con la possibilità dello stesso di comunicare alla coscienza le scelte da fare per il benessere di quella struttura corporea (collegamento dei segnali dal cervello dello stomaco al cervello centrale mediante il collegamento del nervo vago).

Aumentare l'intensità delle correnti vegetative fino ad ascoltare il plesso solare, che sembra squarciarsi, si apre la comunicazione fra le sensazioni prodotte dal cervello nello stomaco e la coscienza dell'individuo. Quelle sensazioni, che la ragione tende a negare e a circoscrivere nei "desideri fantastici", sono sollecitazioni ai nostri comportamenti per migliorare l'efficienza dell'intero apparato simpatico.

Tutta la struttura del simpatico soprassiede alla gran parte delle risposte fisiologiche automatiche alle sollecitazioni del mondo. Se volete essere pronti ed attrezzati per affrontare il mondo e vivere per sfida dovete essere veloci a predisporre il corpo affinché affronti il cambiamento repentino delle condizioni oggettive in cui vivete.

Affinché tutta questa struttura sia interessata dalle correnti vegetative e "lustrata" in modo da prepararla per l'azione che l'individuo mette in atto nel mondo in cui vive, è necessario che l'individuo, nella sua azione nel mondo, viva situazioni di stress in cui necessita di cambiamenti di stati fisiologici repentini, a cui deve provvedere anche il sistema simpatico, per far fronte alle condizioni che l'individuo si trova ad affrontare nella sua vita quotidiana.

Sicuramente gli individui che vivono nelle foreste hanno una struttura simpatica estremamente efficiente sulla quale concentrano, nei momenti di riposo, le loro correnti vegetative affinché sia sempre attiva. Non serve ai monaci rinchiusi in un monastero o ai cristiani quando detengono il potere o ruoli di comando.

Ascoltare le correnti vegetative, vivendo la situazione oggettiva in cui è necessario essere efficienti e predisposti ad agire, è la condizione che attiva il nostro cambiamento fisiologico.

L'aumento dell'efficienza del cervello nello stomaco ci mette in relazione con il cibo sia come erbe che come animali e ambiente in cui il cibo si muove. La conoscenza delle erbe delle donne nasce dalla attivazione del cervello nello stomaco che permette loro attraverso un'intuizione di cogliere l'uso di erbe e la preparazione di pozioni ed unguenti partendo da un numero infinitamente basso di dati osservati empiricamente. Non ci sono mai state "generazioni di streghe", ci sono state donne che rinnovavano la conoscenza delle erbe partendo dallo sviluppo della loro capacità di interagire col mondo mediante il cervello nello stomaco con. Persone che aprivano la loro percezione ai segnali del mondo.

Quando in stato di blocco del dialogo interno una leggera forma d'ansia porta ad ascoltare i formicolii che attraversano il plesso solare e questa leggera forma d'ansia richiama le tensioni che noi stiamo vivendo nel quotidiano, la "lustrazione" del simpatico e l'apertura della coscienza all'intuizione che arriva dal cervello nello stomaco è in corso. Ci stiamo trasformando. Stiamo preparando il corpo e la sua percezione affinché siano efficienti nel nostro agire. Nello stesso tempo il cervello nello stomaco, il simpatico, attraverso il sistema di bisogni, desideri, necessità, di ciò che piace e ciò che non piace, facendo leva sulle predilezioni, ci spinge verso dei comportamenti e delle scelte che aumentano l'efficienza del simpatico e la forza del segnale che giunge alla coscienza dal cervello nello stomaco.

FINE ventottesima PARTE... CONTINUA.."gli aspetti magici delle Tre Arti Magiche in Stregoneria: La percezione delle Correnti Vegetative e la modificazione del nostro corpo. Quarto chakra: il cuore e il controllo neuro-vegetativo all'insorgenza dell'emozione"

Altri libri di Stregoneria

Cod. ISBN 9788891170897

vai indice arti magia in Stregoneria

La Stregoneria

L'arte della vita.

Altri libri di Stregoneria

Cod. ISBN 9788891170903

Vai all'indice del Crogiolo dello Stregone

Marghera, 25 novembre 2013

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

La Magia in Stregoneria

La magia è l'arte di modificare e trasformare sé stessi in un mondo in cui i soggetti modificano continuamente loro stessi per adattarsi alle condizioni della loro esistenza. Solo i monoteisti saccheggiano il mondo per adattarlo ai loro modelli di verità. lo Stregone abita il mondo e mette in atto azioni di adattamento soggettivo usando tutti gli strumenti che l'evoluzione della sua specie, fin da quando stava nel brodo primordiale, gli ha messo a disposizione.