Helena Petrovna Blavatsky (1831 - 1891)

Come trasformare in mistero l’inumano
per farlo accettare

Riflessioni sulle idee della Blavatsky.

di Claudio Simeoni

Cod. ISBN 9788891185778 per chi vuole ordinare il libro

Indice Teoria della Filosofia Aperta

La filosofia della Religione Pagana.

Scrive H. P. Blavatsky in l’Iside Svelata ed. 1994 p. 255 II° Vol.

Perché meravigliarci dell'insondabile mistero della religione cristiana quando ciò è perfettamente umano? Non abbiamo forse una lettera, scritta da uno dei più rispettabili Padri della Chiesa a questo stesso Gerolamo, che dimostra più di molti volumi la tradizionale politica? Ecco ciò che San Gregorio Nasanzieno scriveva al suo amico e confidente Gerolamo: «Nulla si può imporre di più ad un popolo quanto la verbosità; meno egli comprende più ammira. I nostri Padri e Dottori hanno spesso detto non già quello che sentivano ma quello che le circostanze e le necessità li hanno forzati a dire».

La domanda andava capovolta: perché meravigliarsi se la religione cristiana è solo una truffa volta a sottomettere gli uomini e a tenerli in uno stato di schiavitù?

Il mistero, di cui parla Blavatsky è lo stridere fra ciò che lei vorrebbe come atto di fede e ciò che legge del cristianesimo sul quale proietta ciò che non è cristiano.

L’ideologia e gli intenti guerrafondai di Girolamo erano evidenti nelle giustificazioni adottate da Girolamo per giustificare le stragi e il genocidio:

“Anche noi desideriamo la pace, non solo la desideriamo, ma combattiamo per lei, combattiamo per la vera pace, la pace di Cristo”. (citato in Storia Criminale del Cristianesimo di Deschner Vol II ed. Ariele)

Da qui, la Blavatsky non trova nulla di aberrante nella frase di Gregorio Nasanzieno: quando un soggetto è popolo a cui non si comunica, ma nei confronti del quale si agisce al solo scopo di ottenere ammirazione e deferenza, più le cose sono oscure e misteriose, più quel popolo può essere macellato per la gloria di quei misteri che mediante il macello vengono rafforzati nella percezione emotiva e supplice del popolo stesso.

Gli esoteristi e gli occulti che si separano dalla società in cui vivono mettendosi al di sopra di essa e disprezzando chi spala “merda” per vivere tutti i giorni, non comprendendo che in quel “spalare merda per necessità” c’è la chiave dell’eternità. Finiscono per distruggere la loro vita e costruire distruzione per collettivizzare il loro dolore.

La domanda che uno Stregone si fa è questa: come può una persona, come la Blavatsky che partecipa ad una guerra insurrezionale a fianco dei garibaldini, anticlericali, partecipando con impegno in due battaglie fondamentali, ferita e quasi uccisa a Mentone, dare credibilità ad un macellaio come Girolamo che l’avrebbe macellata per il solo fatto di essersi ribellata a dio (il papa cattolico è il dio in terra)?

Questo è un “mistero della fede” che rendendo cieche le persone tende a leggendarizzare chi non mette sotto pressione la propria struttura emotiva. E’ la fede degli occultisti e degli esoteristi che annebbia la loro capacità critica in funzione della relazione col dio padrone a cui essi anelano. Proprio perché occultisti ed esoteristi anelano alla relazione col loro dio padrone, devono pensare ogni altro Essere Umano come uno schiavo sciocco che deve mettersi in ginocchio davanti a loro che sono gli “eletti”. E vuoi che da questo modo di pensare, data la nascita di situazioni opportune, non nasca l’ideologia del campo di sterminio come metodo con cui eliminare la concorrenza di razza o di religione?

E quando danno il via alla soluzione finale, non usano forse le stesse parole di Girolamo? In fondo, perché hanno sterminato i deicidi ebrei? Perché desideravano la pace di Cristo.

Helena Petrovna Blavatsky

Da: La Dottrina Segreta 1982

****

La genesi in Iside Svelata

Da: Iside Svelata 1994

E' da notare come gli elementi, propri degli archè della filosofia greca, vengono trasformati in elementi magici, mediante i quali il dio creatore modella il mondo, dalla Teosofia. Tali elementi vengono elevati a "sacralità" dalla wicca attraverso l'esoterista Crowley e il masochista Gardner. Da Aleister Crowley vengono assunti elementi esoterici e Gardner innesta elementi di magia sessuale di sottomissione.

Come il dio degli ebrei e cristiani

Dice che il mondo è

Da: bibbia ed. Paolini 1968

Per millecinquecento anni le persone sono state costrette a pensare il mondo in questo modo: pena essere bruciate vive sui roghi. Se pensate che ebrei e cristiani hanno violentato in questo modo la forma del mondo, pensate a quanti disastri hanno fatto negli aspetti emotivi e nella dimensione dei mutamenti e della trasformazione dell'uomo.

vai indice temi pagani

Vai all'indice della Filosofia Aperta

Marghera, 27 maggio 2012

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Occultismo, esoterismo e stregoneria

L’elemento centrale nell’esoterismo e nell’occultismo, che vedremo nella Teosofia della Blavatsky e nella “Magia della cabala” della Golden Dawn, è la sottomissione. Dove l’illusione patologica crea la descrizione di una realtà desiderata ed immaginata tale da soddisfare la sofferenza provocata dalla sottomissione. Lo sconosciuto immenso che ci circonda esiste ed è l’oggetto trattato dalla Stregoneria. In Stregoneria lo sconosciuto è un oggetto che va affrontato e vissuto, non subito e descritto mediante illusione.