Cosa deve fare il cristiano
per seguire Gesù
Vangelo di Luca

di Claudio Simeoni

Gesù e lo Stregone

Gesù dice:

Se uno vuole venire dietro di me, rinneghi sé stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua! Poiché colui che vorrà salvare l'anima sua la perderà, ma colui che perderà l'anima sua per me, la salverà. [Luca 9, 23-24]

Stregone risponde a Gesù:

Esalti te stesso e chiedi agli uomini di distruggersi. Perché? Perché hai tanto odio per gli uomini che coraggiosi e orgogliosi affrontano la vita con impegno e passione? La sofferenza degli uomini ti dà piacere; imponi loro la croce affinché distruggano la loro vita. Quando gli uomini sono costretti a soffrire perdono non solo la loro vita, ma la possibilità di trasformare la morte del loro corpo fisico in nascita del corpo luminoso. Lo sai che non si salva l'anima, perché questa è manifestata dal corpo. Un corpo muore e con esso l'anima. Ma l'uomo che vive con passione nelle sfide della sua vita costruisce un altro corpo. Un corpo che plasma giorno dopo giorno e che partorisce quando muore il corpo fisico. Solo la sofferenza imposta agli uomini impedisce loro di costruire il corpo luminoso. Perché insegui gli uomini chiedendo loro di soffrire se il loro soffrire non ti procurasse il piacere sadico del fallimento della loro vita? Hai fallito nella tua vita e semini angoscia di fallimento fra gli uomini per placare la tua angoscia.

Gesù dice:

Che giova, infatti, all'uomo guadagnare il mondo intero, se poi perde o danneggia sé stesso? Chiunque si vergognerà di me e delle mie parole, il figlio dell'uomo si vergognerà di lui, quando tornerà nella gloria sua e in quella del padre e degli angeli santi. [Luca 9, 25-26]

Stregone risponde a Gesù:

Giova alla libertà e alla felicità. Non tanto il guadagnare il mondo, ma vergognarsi di te. Tu parli della tua gloria, di un giorno, di tuo padre e di angeli santi, ma ciò che tu chiedi non appartiene a quel giorno, ma ad ora. Tu vuoi appropriarti dell'adesso. L'adesso degli uomini. L'adesso che appartiene alla mia vita. Tu vuoi rubarmi la vita, ora. Oggi! Vuoi ripagare il furto della vita del mio corpo fisico con un'affermazione, un'illazione, una farneticazione che tu chiami promessa. Ma la tua promessa non si realizza adesso. Adesso si realizza la distruzione della mia vita se io non mi vergognassi di te. Dopo, quando la tua promessa dovrebbe essere realizzata, io avrò perso la mia vita. Solo i folli rincorrono promesse di un "luminoso avvenire" promesso dal padrone; gli uomini sacri costruiscono il futuro nel momento presente, proprio vergognandosi di chi crede in promesse la cui realizzazione è fuori dal tempo ed estranee al momento presente. Solo un folle o un criminale sacrifica le possibilità di felicità e benessere attuali con una promessa che ammalia le illusioni.

Gesù dice:

Io vi dico in verità: ci sono alcuni, tra i qui presenti, i quali non gusteranno la morte prima di aver visto il regno di dio. [Luca 9, 27]

Stregone risponde a Gesù:

Davvero? Passeranno gli anni e i secoli e saranno pieni del tuo odio che insanguina la vita dei popoli. Ucciderai e massacrerai per imporre la tua croce. Quelli che ti hanno seguito hanno perso sé stessi, la loro occasione di eternità e l'hanno rubata ai loro figli e ai figli dei loro figli. Nella tua follia hai mentito e il vuoto che ti circonda ha alimentato la follia del desiderio di onnipotenza di coloro che hanno calato la tua croce nel loro cuore offrendosi come vittime per il sacrificio umano che tu hai fatto degli uomini e delle società.

Marghera, 13 novembre 2010

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

P.le Parmesan, 8

30175 Marghera Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Indietro

<<---->>

Avanti

LEGGETE I VANGELI. LEGGETELI NELLE BIBBIE ORIGINALI; NON LIMITATEVI A FARVELI RACCONTARE.