Primo discorso sacro della Religione Pagana:

etica del comportamento di un’associazione religiosa.

 

WORLD CONGRESS OF ETHNIC RELIGIONS

EUROPEAN CONGRESS OF ETHNIC RELIGIONS

Congresso di Bologna 2010

Seconda parte delle riflessioni del congresso




Torna all'evento dell'organizzazione e delle conseguenze del WCER - ECER di Bologna 2010

 

 

Il dibattito segue da:

  1 – World Congress of Ethnic Religions – European Congress of Ethnic Religions

        Conclusioni e conseguenze sui gruppi Pagani in Italia

 

 

 

Claudio Simeoni        29 agosto 16.23.46

 

Io ho preparato la pagina web con la discussione fino alla mia risposta a Sogari. Ho depennato due post, che ritengo assolutamente irrilevanti e ho apportato esclusivamente delle correzioni ortografiche (tipo le e accentate e qualche lettera mancante all'interno delle parole). Naturalmente la pagina web sarà spedita a tutti gli indirizzi e-mail in mio possesso, sia quelli che ho raccolto al Congresso di Atene che quelli che ho raccolto al Congresso di Anversa (anche se molti indirizzi non sono più attivi). la pagina sarà in rete entro due giorni e conterrà anche alcune fotografie oltre ad una lunga premessa sulla partecipazione della Federazione Pagana al congresso di Bologna.

Io non credo che il tentativo di Francesco di dare un po' di onore e di recuperare un po' di dignità per l'Italia nei confronti dei Pagani Europei andrà a buon fine. Non ho mai visto manifestazione di idee religiose verso l'esterno. Verso i "non pagani" ad opera loro. Anzi, ho sentito un Del Ponte esaltare la "papessa Giovanna" .

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo  

           

Stefano Giuseppe Sogari      30 agosto 3.00.23

 

E cosa c'è di male ad esaltare la Papessa Giovanna? Alla fine è un personaggio storico come un altro, sul piano di personaggi storici fuori schema che, talvolta, sono emersi in un certo ambiente. Mah! Lo dico con spirito molto tranquillo e non certo per fare l'ennesima polemica.

           

Francesco Scanagatta           30 agosto 8.22.12

 

C'è una cosa che trovo anomala sulla questione dell'Ecer (wcer). Per moltissimi anni il Wcer non ha avuto rappresentanti in Italia. Quando noi dell'Istituto Mediterraneo di Studi Politeisti si decise di farne parte nessuno ci segui. Quando si costituì la Federazione Pagana noi, dell'Istituto, si decise che la Federazione Pagana fosse la meglio indicata a rappresentare il paganesimo italiano. Per molti anni la Federazione è stata l'unica associazione italiana all'interno del Wcer. Poi, in Italia, moltissimi si sono decisi di entrare nel Wcer. Possibile che noi pagani italiani vogliamo tutti essere nel Wcer? Possibile che questa convivenza sia accettabile solo all'estero? Si partecipa ai congressi, ma tra noi non ci scambiamo neanche una e-mail?

 

           

Stefano Giuseppe Sogari      30 agosto 8.34.17

 

Scanagatta te lo dico francamente e senza vis polemica. I rapporti tra noi (noi associazionismo non noi come singoli umani o umanimali se preferisci) sono impossibili. Inutile continuare a far finta che l'etichetta "pagano" sia una coperta sotto la quale chiunque starebbe bene, purché riconosca la terminologia, appunto, pagana. E' una cosa che molti credevano tra cui i fondatori del progetto Gentilitas. Io, personalmente, sono giunto, da un anno e mezzo almeno, alla conclusione che non è così e quindi sono costretto a dare ragione a chi, anni prima, mi diceva che la mia e di altri idea era sballata o inapplicabile. Le cose stanno diversamente e si è visto sia al convegno bolognese dove le cose NON sono andate sempre bene e sia prima del convegno ed in prossimità del medesimo dove AD OGNI MODO erano insorte delle problematiche con delle persone. Idem in altri gruppi diversi, idem nel mondo della rievocazione storica, idem su FB dove in determinati gruppi aperti per creare una agorà di confronto tra realtà "pagane" i risultati sono stati pessimi e tu lo sai bene perché come c'ero io c'eri anche tu. I fatti sono questi, il perché non ha senso discuterlo perché reitereremmo solo ciò che ci siamo detti altrove su Internet ed in altre sedi ma i fatti sono che dove ci sono alcuni gli altri non possono esserci e non si collegano minimamente. Allora vuol dire che siamo diversi e che perseguiamo diverse forme religiose e con basi culturali, storiche di tipo tradizionale e filologico, diverse con la conseguenza che anche umanamente non si va d'accordo. Non ha senso parlare di unità se non per un convegno dove ognuno dice la propria nei tempi stabiliti e poi ci se ne va a casa propria ed anche questo, temo, diventerà impossibile in Italia. Siamo sbagliati? Non lo so, forse siamo solo diversi e ci siamo ostinati a mettere olio e latte nello stesso bicchiere, non funziona. Per cui, finita la parentesi dei tentativi, è ora che si torni ognuno alle proprie case e percorsi.

           

Francesco Scanagatta           31 agosto 12.32.47

 

Stefano quando eri ancora un dirigente di Gentilitas non hai forse scritto:

"Se si continua a dire le cose "dopo" o "da dietro" non si raggiunge nulla; si si aveva da contestare delle cose si doveva venire "prima" ed offrirsi a partecipare dividendo spese e responsabilità logistiche che, invece son rimaste sulle spalle di pochissime persone a Bologna, evidentemente non avevano fatto i calcoli giusti e sono andate in tilt in molte occasioni. Questo ha avvantaggiato una persona cioè il Meccanico di Arlecchino e Sua Santità Otelma II la Vendemmia che, però, hanno portato gente, soldi, organizzazione e mezzi tecnici e si sono impegnati prendendo in mano l'evento."

Certo espressioni che dimostrano una disponibilità collaborativa notevole!

 

Francesco Scanagatta           31 agosto 12.37.12

 

Scrive Stefano:

"i risultati sono stati pessimi e tu lo sai bene perché come c'ero io c'eri anche tu. I fatti sono questi, il perché non ha senso discuterlo perché reitereremmo solo ciò che ci siamo detti altrove su Internet"

Il nostro Stefano è diventato amministratore di un gruppo in cui la fondatrice scriveva di farsi spiegare le cose dall'Opus Dei, sempre la "compagna" di Stefano diceva che per capire il paganesimo bisogna usare la teologia cristiana. Dovresti sapere che per conoscere il paganesimo è sufficiente il mito.

Forse ti trovi più affine all'Opus dei che alla Federazione Pagana?

 

Claudio Simeoni        31 agosto 13.21.22

 

http://www.federazionepagana.it/wcerconclusioni01.html

 

Ho fatto la pagina che vi avevo promesso. E' estremamente corposa, ma vale la pena di leggerla per capire in che cosa si è sbagliato e quante cose sono rimaste in sospeso: il Paganesimo è una cosa seria e la Religione è la madre di tutte le scienze. Se non imparate a trattarla con rispetto allora non avete capito nulla di che cosa sia la Religione Pagana.

 

Roberto Alevis Starace        1 settembre 0.25.42

 

Claudio Simeoni ho letto alcuni passaggi del tuo post sul sito della federazione e vorrei fare alcuni commenti. Per prima cosa ravviso gli elementi di una sorta di processo sommario in quanto tu riporti considerazioni discutibili alle quali non vi è possibilità di replicare. Ma prima ancora mi preme cogliere un aspetto da te completamente trascurato nella tua autoreferenzialità. Ci hai accusato di disprezzo ma non hai colto la cortesia con cui io e Stefano abbiamo spiegato la situazione di Gentilitas a voi tutti senza essere tenuti a farlo in quanto dimissionari dall’inizio dell’anno da qualsiasi carica. Cortesia e , lo ammetto, e ingenuità perché alla fine la nostra disponibilità a dare spiegazioni non dovute e date su un piano amichevole sono state usate da te per intentare questo pubblico processo. Non so se questi sono i metodi della federazione pagana poiché nelle missive di Francesco, che ringrazio, ho ravvisato toni diversi. Ma non c’è dubbio che di te c’è da aver paura.

Non capisco la ragione per cui hai riferito nei minimi dettagli cose intime di una persona in grande difficoltà perché fortemente stressata, ho pensato che il privato fosse politico ma qui non siamo in politica o almeno non dovremmo esserlo. Ho trovato indelicata la cronaca minuziosa dell’episodio della guida. Trovo altresì non rispondente al vero il tuo tentativo nel suddividere i membri di Gentilitas in buoni e cattivi. Senza nulla togliere al grande lavoro di Marina e Maria, non posso pensare che tu abbia dimenticato il lavoro fatto da Stefano che per due giorni di fila ha fatto da interprete traducendo dall’italiano all’inglese e viceversa gli interventi dei convenuti. Fortunatamente qui ci sono persone che questo aspetto lo ricordano bene.

Inoltre Simeoni, solo chi lavora si riposa. I due giorni precedenti il convegno , io presidente dell’associazione, e Stefano socio fondatore, abbiamo fatto da tassisti con le nostre proprie auto per andare a prendere gli ospiti in stazione e in aeroporto. Abbiamo dovuto viaggiare in coppia come sbirri per non dissanguarci ai parcheggi poiché a Bologna tutti i parcheggi nei pressi della stazione e dell’aeroporto sono a pagamento e gli angeli della sosta sono pronti a calare come falchi dopo 30 secondi che tu hai lasciato l’auto in sosta. Mentre voi tutti belli profumati celebravate il rito in pompa magna io e Stefano sudati come maiali cercavamo alle nove di sera, di recuperare l’ultimo gruppo di ospiti e siamo rientrati a rito iniziato senza neppure potervi partecipare e ti assicuro che non è stato piacevole.

Mentre tu ti gingillavi con la tua bella apparecchiatura per le riprese video io, presidente dell’associazione, accompagnavo Andrea e ci incollavamo casse di acqua dal pachistano più vicino. Forse queste cose non le sai oppure preferisci dimenticarle, non so. Non conoscevo l’episodio dell’attrezzatura danneggiata. Non penso che Gentilitas abbia fondi, come membro ordinario non sono tenuto a saperlo, ma se ne ha proporrò che ti si ripaghi in tutto o in parte l’attrezzatura danneggiata. Altrimenti potresti rivolgerti all’ECER visto che il danno è avvenuto in servizio e sono convinto che ti rifonderanno.

           

Giancarla Mikayla Erba       1 settembre 0.26.14

 

Intanto ti invito a non fare generalizzazioni riduttive e anche un po' fastidiose, ognuno la religione degli Antichi pare che se la interpreti un po' come vuole e probabilmente uno dei problemi è proprio questo. Ma il problema principale è che ogni organizzazione, ogni individuo, ogni piccolo anfratto di supposta paganità pretende di essere il depositario unico e maximo di una forma spirituale sfaccettata peraltro in diecimila modi diversi. Ergo ha ragione Stefano quando dice che è meglio che ognuno, in questo bizzarro mondo, vada per sé.

Per il resto non andrò a vedere la pagina, non che avevi promesso, ma che hai minacciato di fare e che hai attuato cercando di sputtanare Gentilitas, ma mettendo in evidenza i punti deboli della manifestazione ovviamente tranne che per gli adepti, nemmeno Fed. Pagana ne uscirà immune. Per contro "quelle quattro persone" che vedo nell'incipit e di cui ho fatto parte hanno accettato l'impegno perché l'MTR era nel caos più totale a giochi già fatti, ergo restavano due strade: o fare la manifestazione o fare una mondiale figura di merda...figura che peraltro adesso tu non esiti a tentare di far fare all'Italia tutta ugualmente, ma a questo punto per fortuna la cosa non mi interessa più perché se l'obiettivo "Pagano" è sputtanarsi l'un l'altro grazie ma dico no.

Se il conflitto è parte unica della gestione delle cose non lo è per me....litigatevi pure addosso e per ultimo inciso, visto che quest'estate ci siamo visti più di una volta, se la cosa ti crucciava tanto (ma mi pare che è stato Scannagatta in realtà a porsi una semplice domanda, tu sei intervenuto a gamba tesa e subito con offese sulle quali preferiamo vedo tutti, sorvolare) potevi chiedere e ne avremmo parlato a quattr'occhi.

Questo è il mio ultimo messaggio, peccato che per faccende personalissime tutto un gruppo (anzi due) di persone che era in rapporti più che ottimi finisca come spesso capita a insulti più o meno velati, urlacci virtuali e ridicole scenette da asilo nido, per fortuna esistono anche persone, anche se poche, che riflettono bene prima di buttare all'aria in qualche frase on-line, rapporti personali e/o di rispetto reciproco oggi già così rari...sebbene virtù principale dell'Antica Paganitas. Con quelle, con cui ho già rapporti solidi da anni, mi interfaccerò per il resto adieu a qualsiasi pensiero di liaison con chichessia; grazie per la sgradevole lezione.

Distinti saluti.

 

Maria Paone  1 settembre 1.37.11

 

Solo due parole: il convegno si è fatto, ed i lavori sono stati possibili, per merito di tutti quelli che hanno dato una mano, anche solo a spostare una sedia. Ognuno ha fatto quello che ha potuto e che si è sentito. L'ECER ha sollevato proteste? Ancora non l'ho capito...parlare del nulla non mi si addice. Se c'è bisogno, ancora per un po' (diciamo che accolgo segnalazioni entro il prossimo mese, se no si tratta di cose che non mi possono più riguardare, visti gli sviluppi), sono disponibile.

Auguri a tutti!

           

Claudio Simeoni        1 settembre 2.48.21

 

Prendo atto che non riuscite a cogliere le questioni.

Siete talmente chiusi in una difesa della vostra persona e dell'amico dell'amico, che ritenete le vostre azioni e le vostre scelte come insindacabili e la sindacabilità la ritenete un reato di lesa maestà.

Le persone possono avere anche un cancro all'ultimo stadio, ma ciò non inficia il giudizio sul comperare o non comperare il gelato al bambino. Se tu comperi il gelato hai fatto una scelta, se tu non comperi il gelato, hai fatto un'altra scelta: che centra il tuo cancro in stadio terminale?

Sinceramente non capisco questa morale cristiana che porta a stuprare i bambini perché "Gesù ha sofferto sulla croce". IL MECCANISMO ETICO CHE METTETE IN ATTO E' LO STESSO!

Se mi dite che ho scritto delle falsità, ne discutiamo e io correggo. Se mi dite che avete avuto un miliardo di problemi, nel testo l'ho scritto!

Avete il diritto di chiudervi nel vostro personale, ma non avete il diritto di nasconderlo per creare altra confusione.

Io posso accogliere psicologicamente le ragioni di un mio amico quando spara nella testa di una persona, ma non posso non prendere atto che quell'azione l'ha fatta e le recriminazioni non servono per accusarlo (quando non ne ho i titoli), ma per far si che quelle condizioni non si verifichino più. Anche se i membri di Gentilitas si ritirano nel privato, affiancano gli antisette cattolici o si sparpagliano in altri gruppi, la Federazione Pagana continua portando su di sé un carico di condizioni che sono una vera e propria zavorra di cui avremmo potuto, volentieri, farne a meno.

 

X Giancarla: come faccio a non offendermi quando dici che tutto è stato fatto per soccorrere un gruppo in disfacimento come MTR?

Per soccorrere loro avete distrutto Gentilitas e creato problemi a chi non ne aveva. Ma cambiamo anche il punto di vista: se qualcuno avesse voluto distruggere Gentilitas avrebbe fatto leva sui rapporti personali per soccorrere l'MTR.

Sinceramente, per quanto io possa immaginare, non capisco in cosa consista la religiosità delle singole persone che aderivano a Gentilitas e cosa Gentilitas rappresentasse nell'ambito religioso.

Ho l'impressione che tutto stava in piedi su un grande inganno che aveva i suoi punti di forza nei rapporti personali: era la persona che garantiva e non le idee o i progetti. Come nel cristianesimo in cui è Gesù il garante della vita eterna e non le idee e i progetti del cristianesimo.

Abbiamo ricevuto una dura lezione che noi della Federazione Pagana dovremmo analizzare per capire meglio il mondo religioso "pagano" che ci circonda.

Prendiamo atto che per gli ex membri di Gentilitas, tutto è stato fatto in maniera corretta perché in nessun altro modo poteva essere fatto e che: chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato; scurdammoci o' passato, siamo in Italia paesa'.

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

 

Stefano Giuseppe Sogari      1 settembre 3.49.38

 

Scanagatta continua a parlare di me, ma io ignoro quale sia la mia importanza, sono un quisque de populo come tanti e non mi ritengo al centro del mondo come tanti altri, differentemente mi attribuirei dei titoli di qualche tipo ma transeat, siamo seri. Di certo gradirei, pregherei, chiederei che non si proseguano scempiaggini interpretative e attribuzioni da fantasista in merito a ciò che sono e penso, specialmente sulla falsariga di ciò che ho scritto che poi è una minima parte di ciò che altri hanno scritto su di me e sui miei amici e contatti. IO non ce l'ho con nessuno, non mi interessa fare battaglie con nessuno, non mi sembra di essere stato maleducato o sprezzante in vostra presenza ma certifico che i nostri percorsi umani, culturali e tradizionali (mi ritengo e sono un tradizionalista con tutte le mie peculiarità) sono diversi e hanno basi diverse. Questo non significa molto ai fini dell'economia del mondo ma implica che ognuno, nel miglior quieto vivere, tornerà nel suo solco a coltivare o costruire con chi più lo aggrada. La questione ECER sussiste per un convegno ogni anno o due dove ogni gruppo, noi esclusi che non ci siamo più, manderà i suoi elementi per fare degli interventi, non vedo che problemi ci siano. Se ci sono progetti diversi l'ECER si muoverà per farli conoscere, stando ad adesso non vedo nulla so nulla. Altrimenti, che so, sanzioneranno moralmente Gentilitas perché si sta sciogliendo, sta di fatto che noi dobbiamo chiudere e se i membri della Federazione Pagana hanno rapporti o sono interessati ad avere rapporti con qualche singolo del nostro gruppo chi vieta di averne? Scrivano a costoro, gli telefonino e gli comunichino. Riguardo agli altri non possiamo mica fare una causa di divorzio, al massimo se la vedrà l'ECER.

 

Roberto Alevis Starace        1 settembre 8.09.42

 

Claudio Simeoni, fammi capire una cosa. Scopro che ben prima di questa baraonda che hai messo in piedi, frequentavi ed avevi rapporti col nostro presidente senza che tu ti sia mai preoccupato di avere news dell'associazione. Sbaglio? Io non ho nulla in contrario agli incontri conviviali ma se ti stava tanto a cuore la faccenda quale migliore occasione di quella di parlarne con Andrea presidente in carica fino a inizio agosto? Forse non sapevi del cambio al vertice? ma in ogni caso Andrea e Giancarla erano membri influenti di Gentilitas e questo ti era noto. Può essere che io non colga la portata delle questioni che tu poni ma i conti non mi tornano. Perché tutto questo interesse e sdegno così all'improvviso ? Non era questione che potevi affrontare de visu con persone amiche e investite dell'autorità per darti i migliori chiarimenti possibili? Roberto

           

Claudio Simeoni        1 settembre 8.16.29

 

A me potete dire solo se ho mentito o non ho mentito. Se i fatti citati sono veri o falsi.

Dopo di che, qualsiasi ragione personale portiate a vostra "discolpa" è un problema vostro perché nessuno vi ha chiesto di discolparvi da una qualche colpa.

 

Il fatto che abbiate fatto o non abbiate fatto delle cose che noi avremmo voluto o immaginavamo andassero da voi fatte; NON E' UNA COLPA VOSTRA E' UNA NOSTRA MANCANZA CHE HA SOSTITUITO ALL'ANALISI DI QUANTO CI AVETE PRESENTATO CON L'ILLUSIONE DI QUANTO SIAMO STATI INDOTTI (probabilmente perché lo desideravamo) A PENSARE DI VOI. Sia come singole persone che come insieme. Ad esempio, solo ora sappiamo che Giancarla e Andrea erano di Gentilitas, mentre al Congresso, avevamo capito, sbagliando, che avevano agito per aiutare e non in quanto facenti parti dell'associazione. E' chiaro che è una cosa che a noi non ci deve riguardare: né allora, né per il futuro.

Dopo di che restano i fatti, le aspettative e i progetti.

I fatti rimangono: le aspettative si modificano e i progetti vanno completamente rifatti tenendo presente l'interpretazione dei fatti passati e i dati che sono emersi in questa discussione.

E per quanto anche noi vorremmo cancellare l'esperienza, ognuno di noi rimane nei fatti avvenuti e in ciò che la sua azione ha suscitato, sia nel bene che nel male.

Mentre scrivevo questa mi è giunta da Roberto:

 

Ci siamo visti due volte quest'estate con Andrea e una volta con Giancarla. Ho percepito da loro un atteggiamento di distacco. Abbiamo parlato del più e del meno, ma a pensarci ora: SI SONO GUARDATI BENE DAL DARMI L'INFORMAZIONE.

Auguri.

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

 

Stefano Giuseppe Sogari      1 settembre 8.19.30

 

due precisazioni ancora: in occasione del convegno ho preso una multa per parcheggiare in zona non consentita onde evitare ad una persona molto anziana, della delegazione induista, di fare più di un km a piedi. Me la sono pagata io e buona notte. IN secondo luogo sulla vs pagina si scrive che io mi sarei dimesso da Gentilitas dopo il WCER mantenendo in piedi fittiziamente l'associazione: falso. IO mi son dimesso dal Consiglio Direttivo assieme ad altri membri dell'associazione allora presenti e facenti parte del Consiglio direttivo. Ma io e gli altri dimissionari eravamo comunque iscritti all'associazione come socii ordinari e lo siamo rimasti senza modificare in alcun modo la nostra qualifica. Per cui l'associazione burocraticamente e legalmente esisteva ancora. Anche adesso esiste ma la stiamo sciogliendo essendo, de facto e con nostro dispiacere ma non certo perché, dolosamente, l'avessimo voluta mantenere in piedi virtualmente come precipuo specchietto-trappola per le gazze ladre. IN tutto quello che stiamo facendo no c'è dolo o volontà di mestazione ma solo problemi e colpe di tipo personale. Tutta questa discussione, quindi, non ha basi reali di esistenza, cerca di convincertene facendo appello alla Ratio.

 

Stefano Giuseppe Sogari      1 settembre 8.23.21

 

MI sembra, ad ogni modo, incredibile che tu ignorassi il ruolo di dirigente (al pari mio e di Marina e Maria et alia) di Zuin come il ruolo di iscritta ordinaria e organizzatrice ufficiale del convegno di Bologna da parte di Giancarla. Guarda, non ci credo che nessuno di noi avesse omesso il fatto che entrambi loro fossero dei nostri membri ed uno di loro dirigente. NOn ci credo che tu l'abbia capito perché è fenomenale il fatto di pensare ad un convegno così importante organizzato da una associazione con l'ausilio attivo e la partecipazione visibile di due sconosciuti o amici chiamati per far numero e manovalanza. Quando mai si è visto?

 

Stefano Giuseppe Sogari      1 settembre 8.27.11

 

in un passaggio mi si è mangiata una frase finale, la riscrivo: " Anche adesso esiste ma la stiamo sciogliendo essendo, de facto e con nostro dispiacere ma non certo perché, dolosamente, l'avessimo voluta mantenere in piedi virtualmente come precipuo specchietto-trappola per le gazze ladre,una esperienza terminata e inattiva". Scrivo di fretta e con un portatile vetusto quindi non scrivo benissimo come vorrei ma il senso è chiaro ed intellegibile. Valete Omnes in Pace!

 

Roberto Alevis Starace        1 settembre 8.51.08

 

Leggo con attenzione il passaggio su Taliercio, Claudio qui stiamo sragionando, torna con i piedi per terra per piacere. Secondo te con la pigrizia che mi attribuisci mi sarei fatto il mazzo un anno intero solo per permettere ad Alessandro di fare la fatidica domanda? La sala che ci è stata data viene data a tutti con molta liberalità pagando una quota, perché Bologna è una città sufficientemente democratica da consentire simili convegni. Perché evidentemente Gentilitas non è in guerra con la pubblica amministrazione e col mondo al punto da essere nel mirino di qualcuno. La richiesta venne firmata da me e consegnata assieme a Marina. Può anche essere che abbiamo avuto fortuna nel senso che ad agosto oltre ai giornalisti va in vacanza pure la curia ed è molto probabile che manco abbia saputo nulla. Occorre dire inoltre che di simili convegni a Bologna non ce ne erano mai stati; dopo il precedente del 2010 non escludo che le cose possano essere cambiate. Il mio interesse per l'ECER è andato scemando per ben altre ragioni, a suo tempo mi ero sparato pure un faticoso viaggio in Polonia e se pensi che mi sia sparato quella ammazzata per permettere ad Alessandro di farti la fatidica domanda, allora consentimi col massimo rispetto di dirti di prenderti un periodo di riposo e liberarti la mente da queste angosce . Roberto

 

Claudio Simeoni        1 settembre 8.56.57

 

Il 25 agosto, in questa discussione, Sogari scrive:

" IL Presidente dimissionario è Andrea Zuin di Milano, io sono un dirigente dell'associazione, ex in quanto dimissionario qualche mese dopo il WCER per altre ragioni."

E' più che logico, visto dal punto di vista della Federazione Pagana che non ha "dirigenti", pensare che Sogari con questa frase abbia voluto dire che si è dimesso da Gentilias. Come tale è stata interpretata in quanto quell'informazione, in quel modo è stata trasmessa. Altrimenti avrebbe dovuto essere più preciso.

Del bugiardo lo dai a tua sorella o a chi vuoi, ma non ti permetti di darlo a me.

Con Andrea abbiamo parlato dei suoi problemi di ginocchio, ma nient'altro. Giancarla ha avuto un accenno vago, ma nient'altro. Questo a fine giugno e a fine luglio (le date esatte non le ricordo, ma basta vedere le date degli incontri a Nove e Cesuna).

           

Claudio Simeoni        1 settembre 9.00.32

 

X Roberto: te ne do atto. Nessuno è in guerra con la pubblica amministrazione. Non ho motivo di dubitare di quanto tu stai dicendo. Si tratta di un sassolino nella scarpa che mi dava molto fastidio.

 

Stefano Giuseppe Sogari      1 settembre 9.00.53

 

Simeoni, datti una calmata, non ho insultato nessuno. Mia ipotetica sorella o cugina la lasci stare e modera il linguaggio, io non vengo da sette occulte, cappucci o cappuccini ma dalla strada e quindi lascia perdere. IO mi permetto di dire quello che dico perché ho la coscienza apposto, altrimenti ci diamo un appuntamento a Bologna che è a metà strada e ne parliamo, ora e giorno che vuoi tu. Differentemente io non ho altro da dirti

 

Claudio Simeoni        1 settembre 9.02.38

 

Credo che sia la decima volta che affermi di "non aver altro da dirmi". Quanta ragione ha Demetrio nei suoi giudizi.                                                                                      

 

Roberto Alevis Starace        1 settembre 9.49.21

 

Grazie della precisazione Claudio, diamoci tutti un calmata. Non mi piace Claudio che tu abbia reso pubblici i contenuti di questa discussione, te lo dico con la massima franchezza e ti sarei grato se tu li rimuovessi non perché io abbia qualcosa da nascondere ma perché quello che ho scritto era rivolto a questo consesso e non ho autorizzato nessuno a diffondere questi dati, almeno per la parte che mi riguarda.

Con questo non ho altro da aggiungere, per me la questione è chiusa.

Invito fermamente tutti gli iscritti a Getilitas a non intervenire più a questa discussione per qualsivoglia ragione,

continuare con queste polemiche può portare solo danno e discordia. Riguardo a noi, come associazione, stiamo iniziando le pratiche per cessare l'esistenza formale; chi, privatamente, abbia volontà di proseguire un rapporto personale umano legittimo con la Federazione Pagana lo potrà fare senza problemi e vincoli alcuni. In caso diverso invito a sospendere ogni pregressa polemica o contendere che, a mio avviso, non ha ragione di esistere perché vivere percorsi spirituali diversi e concezioni di paganitas diverse non è un motivo per osteggiare o ostacolare terzi differenti. Penso e auspico sia possibile continuare i rispettivi percorsi pubblici o privati senza bisogno di entrare in polemica o anche in rapporti se non vi siano presupposti positivi.

Per il resto posso solo augurarvi buona continuazione.

Roberto Starace

 

Andrea Asgard Zuin  1 settembre 10.39.20

 

Intervengo solo per dire una cosa, poi torno a ritirarmi in quanto queste discussioni oltre a non interessarmi, le trovo brutte e tristi.

 

Il Wcer l'abbiamo organizzato in 7 e non i quattro, prima o poi con la turnazione toccherà ancora all'Italia.

Bene, se iniziate a girare per trovare una sala idonea e prestigiosa gratuitamente o a poco prezzo, (l'organizzare inizia ben prima della riunione), riuscite a trovare un posto grande dove possono alloggiare a pochissimo prezzo tutti insieme (al contrario degli altri Wcer dove ti davano i riferimenti di alberghi e arrangiati); se organizzi gli arrivi e le partenze con i membri che gratuitamente vanno avanti e indietro a prendere e riportare gli ospiti da aeroporti e stazioni, (mai avvenuto precedentemente nelle edizioni passate); se organizzi pure una gita per far vedere le bellezze e la storia della nostra religione; bene, se riesci a fare tutto questo in 6 mesi, anche se non ci sarà più gentilitas verrò a titolo personale a darti aiuto con le riprese e internet.

Peccato che tuto questo non potrà essere letto nell'articolo che hai pubblicato.

Saluti

 

Claudio Simeoni        1 settembre 12.04.35

 

Certo che lo leggerai nell'articolo, anche se non subito. è importante per capire come si è creata una situazione e come nessuno deve ripetere le stesse condizioni per non trovarsi nelle stesse condizioni.

 

X Roberto. I post non saranno rimossi, semmai saranno aggiunti anche quelli che sono seguiti anche se mi creano dei problemi in quanto aprono tonnellate di riflessioni: noi nella Devotio recitiamo un principio sacro nella Religione Pagana:

"Fato conduce l'Essere

E l'Essere diventa Lara

Lara insegna all'Essere come il segreto serva solo a nascondere Inganno e, Inganno, serve a distruggere Lara. L'Essere impari che nel quotidiano della ragione i segreti sono tali solo per ingannarlo."

Tenere qualche cosa di riservato in campo religioso, è come chiedermi di bestemmiare specie se consideri che sono stato torturato per giorni nel tentativo di strapparmi qualche "segreto" (che non avevo). dal punto di vista religioso, per quel che mi riguarda, le persone devono essere sé stesse sia in pubblico che in privato.

Per quel che mi riguarda la discussione è finita qui.

Ora ho le idee più chiare.

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

 

Francesco Scanagatta           1 settembre 13.21.30

 

Vedo che gli interventi sono numerosi. La maggioranza però degli scritti non verte sul futuro dell Ecer (ex Wcer) in Italia. Certe tematiche sono state completamente ignorate. Quale sarà il futuro dell'ecer in Italia?

 

 

Solo i padri che dimenticano la Pietas sacrificano il futuro

dei loro figli in funzione del loro presente;

Solo gli adoratori del dio padrone costringono i padri a rinunciare

al loro presente prospettando un futuro che i loro

figli non avranno mai: non rinunciate, ma sommate la libertà

possibile alla libertà che oggi fruite.

 

Primo discorso sacro

della Religione Pagana: etica del comportamento di un’associazione religiosa.

 

 

La Federazione Pagana è una religione. Come tale tratta tematiche religiose. Purtroppo, come siamo stati costretti a constatare, non esiste l’idea di che cosa sia una religione o in che cosa consista una religione.

La Federazione Pagana è una Religione, non un vago credo riferito ad un antico immaginato.

 

 

Stefano Giuseppe Sogari

Un organizzatore congresso WCER.

Di questo personaggio ne parleremo ancora

dal momento che la sua attività principale, dopo

il congresso, è stata quella di diffamare e denigrare la Federazione Pagana in funzione dell’integralismo cattolico.

 

La discussione che è avvenuta, ha permesso di svelare che cosa altri, che si definiscono Pagani o Gentili, intendano come una religione.

 

Il quadro che ne è emerso è desolante: persone paurose e timorose nel dio cristiano incapaci di pensare gli Dèi degli antichi in una dimensione diversa da quanto appreso dal catechismo della chiesa cattolica.

 

 

Renato Del Ponte

Mentre svolge la sua relazione

attribuendo alla Religione Romana antica

i principi etici cristiani

 

Chi fa RELIGIONE presenta dei PRICIPI RELIGIOSI. Questi possono essere relativi alla “natura del divino o del dio o degli déi”; possono essere principi teologici; principi morali o etici; possono essere principi sociali; ma tutti all’interno di un complesso dottrinale capace di coinvolgere e interessare la vita delle persone. Questo si chiama RELIGIONE.

 

Si presume sempre (e lo ha ribadito anche la Corte di Cassazione) che all’esposizione di un principio dottrinale di una religione, una diversa religione, al di là del linguaggio che viene usato, si opponga un diverso principio religioso ritenuto più conforme alle esigenze dell’uomo. Lo si giustifichi e si presentino argomenti a sostegno di tale principio. Il rispetto fra pensieri diversi non consiste nell’accettazione passiva di un principio religioso che la propria religione ritiene “criminale” o “malvagio”. Il rispetto religioso consiste nel demolire tale principio opponendone un altro e pretendendo che il nostro interlocutore non farnetichi chiudendosi in una dimensione onnipotente del tipo “in verità, in verità ti dico...”. Troppo spesso, opponendo il concetto di sottomissione e umiltà cattolico al concetto di rispetto, come definito dalla Costituzione, si scambia il rispetto che si deve alle persone con l’accettazione passiva delle loro idee; per questo i cristiani, camuffati da “pagani”, aggrediscono le persone per non discutere di idee o di argomenti come appare chiaro da questi post. E’ dalle idee che esprimi e da come le giustifichi che io comprendo quale sia la tua religione di riferimento.

 

Filmare significa documentare un evento.

Chi documenta registra.

L’evento è qualificato da quanto detto dai partecipanti,

non dal tipo di registrazione.

Se i partecipanti hanno detto cose banali,

la registrazione registra le banalità.

 

 

 

Johnas Trinkunas e la delegazione Lituana

ci sono delle perplessità legittime

sul senso di questi congressi.

Queste perplessità sono alla base

delle contraddizioni.

 

Si presume che un Congresso Mondiale delle Religioni “Etniche” sia fatto da persone capaci di esprimere una struttura religiosa e di argomentarne nel merito. Si doveva discutere dello Statuto del WCER e non lo si è fatto. Si doveva discutere sui concetti di Etica Pagana e non lo si è fatto (si è solo fatta una breve presentazione di etica, annoiata, per accontentare i fessi, le persone religiose Pagane che hanno amore per la vita. Uno zuccherino per l’ “imbecille” di turno che ha costretto il Pontefice della Federazione Pagana a chiudere rapidamente il suo intervento. Ho dovuto provvedere io a distribuirlo in stampa). L’unica cosa che interessava era il cambiamento del nome da WCER ad ECER come lasciapassare per alcuni interessati ad entrare nel Parlamento delle Religioni.  Come se potessero convivere persone che amano la libertà della vita che si trasforma, con chi ha una struttura religiosa che legittima lo stupro e la violenza sui bambini (cristiani ed ebrei) o svastiche con cui legittimare il razzismo del superuomo Gesù o della razza eletta (e tutti gli altri nei campi di sterminio).

 

 

Giancarla Mikayla Erba

 

Capisco che si possano mettere assieme le religioni che credono nel paradiso, nel nirvana, nella reincarnazione e nel karma.  Fra loro esiste il minimo comune denominatore nell’esigenza di costringere le persone alla sottomissione, a condizioni psichiche di repressione e coercizione, come richiedono i concetti di paradiso-inferno, nirvana, karma e reincarnazione. Fra chi costruisce sottomissione e repressione emotiva esiste la possibilità di un progetto comune di pace che consiste nella comune volontà di distruggere il desiderio e la volontà d’esistenza affinché le persone consumino la loro vita nell’attesa del paradiso, del nirvana, del karma o della reincarnazione.

Costoro si possono sedere in un parlamento comune e discutere sul come costringere le persone all’obbedienza e alla sottomissione.

 

 

Claudio Simeoni con Manuela

parla della Natura degli Dèi

nella Religione Pagana

 

Ma noi, che pratichiamo la Religione Pagana e che osserviamo le coscienze divine crescere e trasformarsi negli oggetti del mondo, in noi stessi in quanto tali, come possiamo uccidere gli Dèi che concorrono alla nostra crescita?

Noi che siamo gli eredi di Numa e che vediamo dispiegarsi le volontà di Dèi nei gesti quotidiani, possiamo sederci a fianco di chi uccide quegli Dèi per impossessarsi degli Esseri Umani, della loro vita, del loro futuro?

Quando noi osserviamo Decima, Nona, Numeria, Picumnus, Pilumnus, Levana, Rumina, Partula, Alemona, Postvorta, Antevorta, Uterina, Fluonia, Viduus, assistiamo a manifestazioni di volontà di Dèi che si dispiegano nella quotidianità: possiamo noi sederci a fianco con chi ha nei suoi testi sacri la legittimazione della violenza sui bambini e il loro futuro?

 

Quanto noi osserviamo nella nascita del bambino, non è forse ciò che osserviamo nella nascita di Zeus? Nera Notte, Gaia, Urano Stellato, i Titani, Cronos e infine Zeus.

 

Non è forse Giove, il Giove che ognuno di noi è, che viene in essere da Decima, Nona, Numeria, Picumnus, Pilumnus, Levana, Rumina, Partula, Alemona, Postvorta, Antevorta, Uterina, Fluonia, Viduus?

 

Non è forse il Giove che noi siamo che deve affrontare la Titanomachia della propria vita contro le forze titaniche del proprio presente al fine di conquistarsi lo spazio per poter divenire e trasformarsi?

 

E questo spazio, non ce lo conquistiamo forse attraverso Madre Afrodite, Desiderio Bello e le Erinni che Urano Stellato pose come condizioni e garanzia affinché la vita di ogni essere possa proseguire nel suo eterno corso?

 

 

Stefano Giuseppe Sogari e Roberto Alevis Starace.

Subito dopo il congresso Stefano si è dimesso da “dirigente” di Gentilitas (erano in sette e lui era tra i dirigenti –sarebbe stato interessante sapere chi era il “militante” semplice) e Roberto Alevis Starace si è dimesso da presidente di Gentilitas subito dopo il congresso.

 

Come possiamo sederci a fianco di chi uccide il desiderio per annullare il dolore, di chi impone la vagina vergine della madonna, di chi marchia i figli col battesimo, la circoncisione, l’infibulazione?

 

 

Noi, che pratichiamo Religione Pagana, siamo consapevoli che la nostra religione esprime i propri principi religiosi, morali, etici, mitologici, teologi, in un infinito numero di forme che appartengono a centinaia di migliaia di culture antiche che il cristianesimo, il buddismo e i monoteisti, hanno spazzato via macellando gli uomini e costruendo una prigione emotiva mediante sbarre morali che vengono imposte al nuovo nato fintanto che è ancora nella pancia della madre.

 

 

Andrea Asgard Zuin (in piedi) diventato presidente di Gentilitas dopo le dimissioni di Roberto, riteneva che i problemi di Gentilitas non riguardassero gli altri partecipanti al congresso WCER – ECER. E’ l’atteggiamento del “padrone” con chi ritiene gli altri dei “servi”. Come Federazione Pagana, ne abbiamo preso atto.

 

Noi, che pratichiamo Religione Pagana, siamo consapevoli che le forze della vita cercano la libertà aprendosi faticosamente varchi nell’orrore monoteista e buddista i quali si difendono imponendo agli Esseri Umani la pace nella sottomissione, nella remissione, nell’accettazione della loro schiavitù.

 

Per questo motivo, noi che pratichiamo Religione Pagana, al di là delle forme con cui la pratichiamo, comprendiamo:

 

 

Quelli dell’UAAR e le loro farneticazioni, nonostante le loro farneticazioni assumano spesso una valenza di assolutismo esprimendo un odio religioso il cui fine è la conservazione della morale e dell’etica cristiana in antitesi al diritto Costituzionale.

 

Quelli della Wicca e le loro farneticazioni, nonostante le loro farneticazioni sul “dio” e la “dea” riproducono quell’ideologia creazionista che chiude agli uomini il futuro della vita.

 

Quelli che fanno rievocazione storica e le loro farneticazioni, nonostante le loro farneticazioni con cui tentano di proiettare la loro educazione cristiana sui popoli antichi attribuendo loro fini e scopi propri del cristianesimo.

 

Quelli che fanno neoplatonismo e le loro farneticazioni, nonostante le farneticazioni con cui tentano di costruire un’unità fra la loro educazione cristiana e un panteismo immanentista.

 

Gli “archeologi” e le loro farneticazioni (non di tutti), che confondono forma con “cultura antica”. Gli basta trovare un osso umano per congetturare sui sacrifici umani o gli basta trovare una statua per dire che gli antichi adoravano quella statua.

 

Gli imperialisti e i nazionalisti e le loro farneticazioni su un passato glorioso contro tutti gli altri, nonostante le farneticazioni che li porta a proiettare un Gesù, che viene con grande potenza sulle nubi, sul comportamento di “orde” dei loro immaginari antenati.

 

Quelli che cercano la magia o immaginarie letture di un futuro che per la sconfitta che hanno subito nella loro vita si rifiutano di costruire: taroccari, astrologi, lettori di sorte e quant’altro.

 

Li comprendiamo, ne capiamo le pulsioni e i loro desideri. Tutti loro cercano un frammento di libertà psichica dall’oppressione e dall’orrore cristiano, ma li troviamo come nemici feroci della Religione Pagana perché non possono mettere in discussione l’ideologia cristiana che è la vera padrona delle loro emozioni. Non elaboreranno mai una Teologia né discuteranno della Natura degli Dèi. Questo perché l’unica Teologia che concepiscono è quella cristiana e l’unica Natura degli Dèi che concepiscono è quella del dio padrone cristiano.

 

Per costoro, la loro vita non si sviluppa da Decima, Nona, Numeria, Picumnus, Pilumnus, Levana, Rumina, Partula, Alemona, Postvorta, Antevorta, Uterina, Fluonia, Viduus, ma è creata da un padrone al quale vogliono, perché non possono altro, sottomettersi “con tutto il loro cuore e con tutta la loro anima”.

 

 

Francesco Scanagatta

della Federazione Pagana

 

Non sono degli Zeus che combattono la loro Titanomachia, né degli Achille o Ettore che accorrono a fare le loro scelte sotto le mura di Ilio. Sono dei guardiani feroci del dio padrone o del Gesù padrone che proiettano nello spazio e nel tempo per soddisfare il loro desiderio di sottomissione. Nonostante ciò, sappiamo che l’inizio è sempre un momento di fragili equilibri. Per questo motivo, nonostante la nostra attenzione si concentri sulla loro oggettività cristiana siamo certi che molte persone, anche iniziando dall’UAAR, la Wicca, l’imperialismo romano o le pratiche magico-superstiziose, sapranno trasformare il loro cammino in una trasformazione religiosa Pagana Politeista.

 

Come è sparito il mito dei Guru indiani, così è sparito il mito della New Age e della Next Age, sparirà anche la wicca, l’imperialismo e il mito dell’India che, pur apparendo una soluzione soggettiva ad un presente di repressione, è funzionale solo a riportare le “pecorelle smarrite” all’ovile cristiano e non ad affrontare un possibile futuro di libertà sociale.

 

 

 

 

Un discorso a parte va dedicato a Stefano Giuseppe Sogari le cui attività, per quel che riguarda la federazione Pagana, ricadono su tutti i membri dell’ex. Gentilitas.

 

Fin dal primo incontro, alcuni mesi prima del Congresso WCER di Bologna, Sogari ha provveduto a minacciarmi: lui faceva l’informatore della polizia. Il tono dell’affermazione era quello “io ti denuncio”. Dal momento che ci tenevo al Congresso ho finto di non capire e di riderci sopra. Ma l’intenzione era quello della minaccia e del ricatto. Con gli altri discorsi che fece Sogari quella sera, lo collegai a “vecchie” informazioni che avevo (direttamente e non per sentito dire) dell’attività di Forza Nuova contro le religioni non cristiane. Noi della Federazione Pagana abbiamo molta esperienza di aggressioni messe in atto da cristiani (valga per tutti le aggressioni di Maurizio Antonello che ha finito per suicidarsi).

 

Non mi sorprende che subito dopo il Congresso WCER Sogari abbia iniziato una campagna di diffamazione e di denigrazione nei confronti della Federazione Pagana legandosi ad ambienti integralisti cristiani e sputtanando sistematicamente le persone della Federazione Pagana. Ciò che mi ha sorpreso è stata la contiguità alle aggressioni alla Federazione Pagana data da Giancarla e Andrea: come conferma il livore nei loro post a fianco.

 

Demetrio Bosco ha voluto verificare le numerose informazioni che da varie parti arrivavano. In quel momento la diffamazione di Sogari era perpetrata nel gruppo chiuso (segreto e privato) di Facebook che cambia vari nomi, con cui mascherare le intenzioni diffamatorie. L’ultimo nome è stato:

 

“Unione Italiana delle Vie agli Dèi”

 

Un gruppo che è stato chiuso e potete trovarlo all’indirizzo: di Facebook

 

In questo gruppo Stefano Sogari manifestava tutto il suo livore nei confronti della Federazione Pagana e dopo aver dimostrato per mesi di non essere in grado di confrontarsi su temi religiosi, teologici e morali con Demetrio Bosco, scriveva:

 

        

Stefano Giuseppe Sogari   14 marzo 7.24.29

 

Demetrio, guarda, non voglio parlare in altra lingua che sia l'Italiano. Il tuo amico Scanagatta ha scritto: "Un tuo comportamento ha creato alcuni problemi durante il congresso, eppure tutti noi abbiamo cercato una soluzione. Perchè su questo gruppo non vi è lo stesso spirito?". Ora o tu pensi che io e gli altri qui siamo completamente scemi oppure non lo so, ignoro cosa vuoi dimostrare. La scorrettezza assoluta di tirare fuori quella vicenda del WCER è palese e questo, NON LO SI DOVEVA FARE perchè quella storia era lì finita e sepolta con un velo pietoso. ORA VOI la tirate fuori per farmi passare per un attaccabrighe ed allora, cari miei, io rispondo esprimendo ciò che io penso in maniera libera da uomo libero. TUTTO ciò cmq non ha nulla a che vedere con questo gruppo dove si collabora benissimo ma dove, NESSUNO VI VUOLE. Demetrio se entro in un luogo dove NESSUNO MI VUOLE a me girano le palle, ma poi me ne vado e basta. HO ragione io o hanno ragione loro, non mi si vuole e me ne debbo andare perchè altrimenti o mi sbatton fuori a calci o io sbatto fuori a calci loro e rimango, però, solo io e me stesso davanti allo specchio o io ed il mio amico. QUesto è un concetto doloroso ma di pura realtà e non dipende da me o dal WCER o da Gentilitas o da Fed Pagana ma è la VITA altrimenti tutti ci vorrebbero bene, tutte le ragazze ce la darebbero, tutti i gratta e vinci che grattiamo sarebbero vincenti, qualsiasi domanda avrebbe risposta affermativa. Ma questo è il mondo della Fantasia, il mondo dei NON compleanni tutti i gg, ma NON è la realtà. La realtà è che un sacco di gente qui ed altrove si è rotta le scatole delle discussioni che proponete, chiedetevi il perchè non posso dirvelo io, e di come vi ponete davanti alla gente e per come vi definite. IO ho amici e persone che quando hanno visto un video con un lituano o un indiano parlare ed la scritta che passava a giro continuo "Meccanico dell'Anticristo etc" mi hanno detto "ma, ragazzi, scusata ma...vi siete resi conto di quello che sta girando?". A me non me ne frega niente e io ho preso atto della cosa perchè l'organizzazione era la vs dal punto di vista logistico ed a noi è andata bene così ma noi sapevamo che facevate i video, non che mandavate quelle scritte come sottotitolo a getto continuo. Allora io CHE ACCIDENTI POSSO FARCI Demetrio? Te lo dico in spirito concorde e di correttezza: al 90% dei pagani, Wicca, Tradizionalisti,magisti, alchimisti e ciclisti questa roba NON PIACE perchè CI REGALA un sacco di merda di guai e di informazione malata su cosa sia il PAGANESIMO. Ora mi sta bene a che a te non te ne freghi una mazza, liberissimo ma POSSO IO DIRE, assieme a chi sta qui o altri ancora, NON MI STA BENE o dire MASSIMO RISPETTO MA NON QUI ANDATE ALTROVE? SONO LIBERO O SONO OBBLIGATO? Il resto mi sembra chiaro come il SOle, avanti non continuate su questo piano, non fa bene a nessuno.

 

Dentro quel gruppo il povero Demetrio si è visto anche minacciare di ritorsioni fisiche.:

        

Stella Argeade        14 marzo 4.41.12

 

Bosco, se hai il coraggio delle tue parole vediamoci e confrontiamoci. Voi che avete mancato di rispetto a dei Senex meritate di essere presi a calci nel culo

 

Sogari era amministratore di quel gruppo. Mi sembra superfluo dire che il gruppo che iscriveva a forza le persone per assistere alla diffamazione (decine e decine di persone si erano nel frattempo cancellate), ora è chiuso. Solo la diffamazione e l’ingiuria resta.

 

 

 

Il discorso continua in queste pagine:

 

1 – World Congress of Ethnic Religions – European Congress of Ethnic Religions

        Conclusioni e conseguenze sui gruppi Pagani in Italia

 

2 –  Il Mos Maiorum – I costumi degli antichi. Dal Mos Maiorum che rese grande Roma,

       al Mos Maiorum che sancì la decadenza definitiva

 

3 –  Primo discorso sacro della Religione Pagana:

      etica del comportamento di un’associazione religiosa.

 

4 –  Secondo discorso sacro della Religione Pagana:

      gli Dèi, la realtà del mondo e le implicazioni religiose e sociali.

 

5 –  Terzo discorso sacro della Religione Pagana:

       impressioni e riflessioni sulla Religione Pagana nei suoi comportamenti etici.

 

30 settembre 2011

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell’Anticristo

P.le Parmesan, 8

30175 – Marghera Venezia

Tel. 3277862784

e-mail claudiosimeoni@libero.it

 

TORNA ALL'INDICE